,,

Il chirurgo dei Vip Giacomo Urtis nei guai: per cosa è indagato

Avrebbe effettuato prelievi non autorizzati nella clinica milanese dove pratica trapianti di capelli

Giacomo Urtis, chirurgo plastico dei Vip diventato a sua volta un volto noto nei salotti televisivi grazie alla sua partecipazione a un reality show, è finito nei guai. Il medico è indagato dalla Procura di Milano perché avrebbe effettuato, “senza autorizzazioni e a scopo di lucro, prelievi di sangue a pazienti che ne facevano richiesta presso la clinica estetica Villa Arbe”. Ne dà notizia il Corriere della Sera.

Insieme a lui sarebbero indagati anche due direttori sanitari della struttura e il suo legale rappresentante. Al centro dell’indagine ci sarebbe una tecnica di trapianto e crescita dei capelli, che prevede la centrifugazione del proprio sangue, che viene iniettato nel cuoio capelluto. Tecnica che prevede autorizzazioni speciali che, secondo il Nas dei Carabinieri, Giacomo Urtis non avrebbe.

Il 43enne, lanciato nello show business dalla sua partecipazione a ‘L’Isola dei Famosi’ e da alcuni servizi de ‘Le Iene‘, ha più volte dichiarato, come ricorda il Corriere della Sera, di essere uno “stimato chirurgo con studi di medicina e chirurgia plastica a Milano, Roma e Londra, iscritto all’Albo dei medici chirurghi di Sassari” e di poter “vantare la stima della nobiltà britannica, nonché della famiglia reale”.

Nel 2017, tuttavia, la Sicpre, Società italiana di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica, lo aveva bollato come “non chirurgo, né plastico né estetico”. Secondo l’associazione, Giacomo Urtis si sarebbe appropriato illecitamente della qualifica.

Tra i suoi detrattori, anche Nina Moric, che su Facebook aveva commentato la notizia scrivendo: “Nemmeno l’omino con le lucine rosse dell’allegro chirurgo si sarebbe fatto operare da lui”.

VirgilioNotizie | 17-02-2020 09:41

giacomo-urtis Fonte foto: Ansa
,,,,,,,