,,

Germania, ucciso pompiere: nella gang c'era un 17enne italiano

Il giovane italiano è accusato di concorso in omicidio, gli altri componenti della banda avevano tutti precedenti per piccoli reati

Un vigile del fuoco, di 49 anni, è rimasto ucciso ad Augusta, in Germania, venerdì scorso in una rissa. Secondo quanto riportato da Ansa dagli sviluppi delle indagini emerge che tra i coinvolti nell’omicidio ci sarebbe anche un giovane italiano.

Secondo quanto si apprende è scattato infatti un mandato di arresto per 7 ragazzi, tra cui un 17enne, Alessio L., di origine italiana.

Pompiere ucciso, la ricostruzione

Stando alle ricostruzioni fatte grazie all’acquisizione, da parte degli inquirenti, delle immagini delle telecamere di videosorveglianza, la vittima stava tornando insieme a sua moglie, in compagnia di un’altra coppia, da un mercatino di Natale intorno alle 22.30, quando ha incontrato la banda.

Dai video delle telecamere di sorveglianza, che hanno ripreso la dinamica dell’omicidio, non si è potuto risalire alle ragioni del diverbio, ma è stato possibile identificare il principale assalitore, un ragazzo di 17 anni nato ad Augusta, di origini turco-tedesca e libanese. Nel branco c’era anche il 17enne italiano, accusato insieme agli altri di concorso in omicidio.

Alcuni dei fermati, principalmente ragazzi turco-tedeschi, avevano precedenti per piccoli reati. Dalle riprese si vede che i ragazzi circondano la vittima e poi, secondo quanto dichiarato dal responsabile dell’indagine Gerhard Zintl, “c’è un pugno e l’uomo cade a terra”. Il tutto è avvenuto in secondi, racconta il poliziotto. L’altro adulto in compagnia dei vigili del fuoco è stato leggermente ferito, mentre le donne sono rimaste illese.

VIRGILIO NOTIZIE | 09-12-2019 19:58

polizia-tedesca Fonte foto: Ansa
,,,,,,,