,,

G20, strette di mano, pugni, inchini: caos tra i leader per il saluto

I leader mondiali si sono incontrati al G20, mostrando non poche esitazioni su come salutarsi nel rispetto delle norme anti-Covid

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Fin dallo scoppio della pandemia di Covid-19, sono state praticamente abolite le strette di mano come forme di saluto, al fine di limitare il più possibile le interazioni fisiche tra le persone, e di conseguenza, la trasmissione del virus. Ma a quasi due anni di pandemia, soprattutto dopo l’avvento dei vaccini, la stretta di mano è tornata timidamente a riapparire anche in situazioni istituzionali.

Di recente il tema del saluto è stato discusso dagli esperti, ed è stato oggetto di dubbi e confusione anche al G20: mancando una vera e propria indicazione ufficiale, i leader si sono salutati nei modi più disparati. Accolti dal premier Mario Draghi al centro congressi della Nuvola a Roma, c’è chi ha risposto col pugno, chi con la stretta di mano, chi con l’inchino, chi con la mano sul cuore.

Draghi fa gli onori di casa accogliendo i leader mondiali

Il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus ha salutato Draghi con un inchino e la mano sul cuore. Antonio Guterres, segretario generale dell’Onu, ha salutato Draghi con una stretta di mano.

La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha invece afferrato affettuosamente entrambe le mani del premier. Anche il presidente francese Emmanuel Macron ha salutato con affetto il premier Draghi, afferrandogli gli avambracci.

Momenti di leggero imbarazzo quando alla ripresa dei lavori nel pomeriggio il premier britannico Boris Johnson ha salutato il premier Draghi: inizialmente stavano per darsi la mano, poi dopo qualche attimo d’indecisione hanno provato a salutarsi con le nocche, senza successo. Johnson ha quindi preso letteralmente la situazione in pugno, dando un piccolo colpo sulla spalla di Draghi.

Il saluto tra Draghi e Erdoğan dopo l’incidente diplomatico

Qualche esitazione anche nel momento del saluto tra il presidente della Turchia Recep Tayyip Erdoğan e il premier Draghi: qualche mese fa c’era infatti stato un piccolo incidente diplomatico tra i due, quando il presidente del Consiglio ha dato del “dittatore” all’altro in relazione al cosiddetto “sofagate“.

Alla fine i due si sono salutati con garbo: prima Erdoğan ha portato la mano sul cuore e poi ha stretto la mano del premier.

G20, le immagini dello storico summit tra i leader mondiali Fonte foto: ANSA
G20, le immagini dello storico summit tra i leader mondiali
,,,,,,,