,,

Fuga di batteri da un laboratorio in Cina: più di 3mila infetti

Un batterio responsabile della brucellosi è fuoriuscito da un laboratorio in Cina provocando la diffusione della malattia per circa 3mila persone

Le autorità cinesi hanno reso noto, da quanto apprende Ansa, la diffusione di un batterio fuori da un laboratorio nel nord-ovest della nazione che avrebbe contagiato più di 3mila persone. A causa di queste trasmissioni legate a un’azienda biofarmaceutica che fino al 2019 produceva vaccini per animali, gli infetti hanno contratto la brucellosi.

Fuga di batteri da un laboratorio in Cina, più di 3mila infetti per brucellosi: cos’è

Questa malattia generalmente non contagiosa tra esseri umani, è nota anche come febbre di Malta o febbre mediterranea, viene trasmessa per via animale venendo a contatto con il bestiame o prodotti di origine, e può causare febbre, dolori articolari e mal di testa. Sintomi di norma destinati ad attenuarsi e sparire, anche se altri come l’artrite o il rigonfiamento di alcuni organi possono diventare cronici.

Fuga di batteri da un laboratorio in Cina, più di 3mila infetti per brucellosi: la situazione

La commissione sanitaria di Lanzhou, capoluogo della provincia di Gansu, in Cina, ha riportato il coinvolgimento nella diffusione della brucellosi di un totale 3.245 persone finora, ma nessun contagio registrato tra uomo e uomo.

Secondo quanto si apprende dalla Cnn, altre 1.401 persone sono risultate positive, ma non c’è stato nessun decesso dichiarato e legato a questa malattia. In totale, le autorità hanno testato 21.847 persone su 2,9 milioni di abitanti della città.

L’origine della fuga di questo agente patogeno nasce dai mesi di luglio-agosto 2019 e sarebbe stato causata dall’utilizzo nel laboratorio di un disinfettante scaduto.

Questo avrebbe provocato l’errato svolgimento delle attività ordinarie di sterilizzazione dentro l’impianto e quindi una proliferazione del batterio rimasto presente nelle emissioni di gas, fino a diffondersi tramite l’aria al vicino Istituto di ricerca veterinaria, lo scorso dicembre.

L’autorizzazione alla produzione dei vaccini contro la brucellosi è stata revocata al laboratorio che si è in seguito scusato con la popolazione. I pazienti infetti saranno risarciti dal governo.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-09-2020 14:42

laboratorio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,