,,

Francesco Lollobrigida e il treno Frecciarossa al Question Time: l'esponente FdI tira in ballo il Ministero

Francesco Lollobrigida risponde al Question Time sul treno Frecciarossa fatto fermare a Ciampino: la frase sul Ministero, polemiche con Pd-M5S

Pubblicato il:

Polemiche pretestuose. Le ha definite così Francesco Lollobrigida, rispondendo al Question Time alla Camera sull’ormai famosa fermata ad personam di Ciampino, col treno Frecciarossa fatto fermare in modo da non arrivare in ritardo a un appuntamento istituzionale a Caivano. Il ministro dell’Agricoltura si è difeso, scaricando di fatto il suo comportamento sul suo Ministero.

La difesa di Lollobrigida: tirato in ballo il Ministero

Francesco Lollobrigida ha risposto all’interrogazione sul caso del Frecciarossa durante il Question Time alla Camera.

A chi gli ha chiesto se la sua condotta fosse “ascrivibile alla normale attività del mio dicastero, la mia risposta è sì”.

francesco lollobrigida question time treno frecciarossaFonte foto: ANSA

La frase sulle polemiche

Poi ha aggiunto che “su di me” ci sono state “polemiche completamente pretestuose”.

Il ministro ha aggiunto di essere sicuro che, se fosse rimasto a bordo, “tra quelli che hanno polemizzato per il mio operato in questi giorni avrei senz’altro trovato qualcuno che avrebbe trovato il modo di accusarmi perché lo Stato non era presente a Caivano“.

Lollobrigida ha ricostruito la vicenda, dichiarando in Aula che “ho ritenuto di chiedere se era possibile effettuare una fermata straordinaria, senza alcuna pretesa di ricevere un trattamento di favore, ma nel pieno rispetto del Regolamento delle Ferrovie dello Stato, che ben conosco, avendo svolto l’incarico di Assessore regionale ai trasporti”.

E ancora: “Aggiungo che in questo caso, come dichiarato dai responsabili di Ferrovie dello Stato, non v’è stato alcun disagio ulteriore all’utenza, né costo aggiuntivo e che tutti i passeggeri hanno avuto la possibilità di scendere alla stazione di Ciampino.

Il ministro ha poi sottolineato di essere certo di aver “fatto il mio dovere“, presentandosi a Caivano e rappresentando “la vicinanza dello Stato in un territorio martoriato dalla criminalità”.

L’accusa di M5S e Pd sul silenzio di Salvini

Dopo l’intervento di Francesco Lollobrigida, Alessandro Caramiello (M5S) ha replicato citando le frasi di due esponenti della Lega, Massimiliano Romeo e Gian Marco Centinaio: “Io penso che sia una cosa che bisognerebbe evitare” e “Se sono in ritardo e sono in treno, non lo faccio fermare, io non lo farei”, di fatto critiche nei confronti dell’alleato.

Successivamente il deputato pentastellato ha sottolineato “il silenzio del ministro Salvini“, che guida il dicastero dei Trasporti.

Sulla stessa scia il Pd che,  durante la riunione dei capigruppo della Camera, ha chiesto la calendarizzazione dell’informativa di Matteo Salvini sul caso Lollobrigida-Frecciarossa.

francesco-lollobrigida-frecciarossa Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,