,,

Fondi russi-Lega, caso Savoini: la difesa di Salvini

Il leader della Lega ha parlato al Campidoglio dello scandalo sui presunti fondi russi alla Lega

Il leader della Lega Matteo Salvini, a Roma per manifestare contro la sindaca Virginia Raggi e chiedere le sue dimissioni, ha parlato ai cronisti presenti al Campidoglio anche dello scandalo sui presunti fondi russi alla Lega.

Queste le sue parole: “Io aspetto ancora che mi portino un rublo. Portatemi un rublo, un dollaro, un marco tedesco, un sesterzo e poi ne riparliamo”.

Incalzato su una sua ipotetica presa di distanza da Gianluca Savoini, il leader della Lega ha prontamente replicato: “Io prendo le distanze da qualcuno che, eventualmente, ha commesso un reato. Sto ancora aspettando che qualcuno mi dimostri se qualcuno ha commesso un reato. Sto ancora aspettando che mi portino 50 centesimi ottenuti in maniera illecita. Nascondere 65 milioni non è facile, eh”.

Accolto ironicamente dal nuovo capo staff di Virginia Raggi Massimo Bugani, dall’assessore al Personale Antonio De Santis e dal capogruppo M5S Giuliano Pacetti con mojito e cartelli polemici proprio sullo scandalo dei presunti fondi russi alla Lega, Matteo Salvini ha inoltre dichiarato: “Penso che la Raggi sia il peggior sindaco dal dopoguerra. Se uno non è capace di fare il sindaco di una città come Roma, che è in ginocchio, è giusto si faccia da parte. Abbiamo decine di donne e uomini nel quartiere che farebbero meglio di lei”.

 

VirgilioNotizie | 04-10-2019 13:17

Fondi russi-Lega, Salvini: "Savoini? Ecco da chi prendo distanze" Fonte foto: Ansa
,,,,,,,