,,

Fine della pandemia, parla la direttrice dell'Ecdc: rischio di nuove varianti dopo Omicron, quali le soluzioni

Nel frattempo l'Italia si sta muovendo verso un progressivo abbandono: si è partiti con le mascherine e si arriverà al Green pass

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Negli ultimi giorni si sono moltiplicate le interpretazioni secondo cui ci saremmo lasciati alle spalle la fase più acuta della pandemia, con il governo italiano passato ai fatti lasciando cadere l’obbligo di mascherina, una decisione accolta in quasi tutte le regioni.

Insieme ai segnali di cauto ottimismo, tuttavia, c’è chi avverte di tenere alta la guardia. Tra questi annoveriamo Andrea Ammon, direttrice del Centro europeo per le malattie Ecdc, che ogni giovedì pubblica la mappa dell’Europa sull’andamento dei contagi di Covid-19.

Ammon ai microfoni di Rai Radio 1 ha quindi pronunciato parole di avvertimento. Ecco che cosa ha detto la direttrice dell’European Centre for Disease Prevention and Control su Omicron, varianti e mascherine.

Nuove varianti del Covid, la direttrice dell’Ecdc: “La pandemia non è finita”

“La pandemia non è finita” perché “è probabile che questo Covid-19 rimanga con noi”. Inoltre “non è detto che Omicron sia l’ultima variante che vediamo”. Così Ammon su alcune sulle questioni che animano il dibattito tra gli esperti su riguardo a un virus del quale “abbiamo imparato molto” ma di cui ancora non “sappiamo già tutto”.

“Dobbiamo intensificare la sorveglianza e migliorare il sequenziamento per individuare le varianti del virus il prima possibile”. Tenersi pronti quindi, questa una delle lezioni da imparare dalla pandemia secondo la portavoce dell’agenzia europea.

Fine obbligo mascherina, parla Ammon: sul cambiamento di approccio “Saranno i paesi a deciderlo”

“Se ci sarà un cambiamento di approccio” nelle misure di contrasto alla diffusione del virus “saranno i paesi a deciderlo”, ha continuato Andrea Ammon. “Attualmente vediamo un’enorme differenza tra le situazioni dei paesi in Europa”.

Persone in coda per fare un tampone.Fonte foto: ANSA
Persone in coda per fare un tampone.

“Se si vuole raggiungere una riduzione della contagiosità bisogna mantenerle (le mascherine, ndr) nei luoghi dove non c’è distanziamento, quindi al chiuso. Poi la mascherina secondo me non è una misura invasiva”, ha concluso l’esperta.

Fine delle restrizione, come si sta muovendo l’Italia sul Green pass: progressivo abbandono dell’obbligo

Nel frattempo l’Italia si prepara ad abbandonare il Green pass: non appena sarà completata la campagna vaccinale delle dosi booster di vaccino anti Covid, questo l’orientamento del governo, si procederà a una graduale archiviazione dell’obbligo di certificato verde.

I primi a poter fare a meno di richiedere il Green pass all’aperto saranno i ristoranti e i bar. Maggiore cautela su cinema e teatri al chiuso e palestre.

TAG:

Green pass, così sarà tolto gradualmente: quali attività potranno non richiederlo per prime e quali per ultime Fonte foto: ANSA
Green pass, così sarà tolto gradualmente: quali attività potranno non richiederlo per prime e quali per ultime

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,