,,

Figlio di Salvini su moto d'acqua Polizia: si muove l'Odg

L'Ordine dei Giornalisti ha chiesto che Matteo Salvini si scusi col videomaker Valerio Lo Muzio

L’Ordine dei Giornalisti ha deciso di prendere posizione in merito alla vicenda che ha coinvolto il videomaker di “La Repubblica” Valerio Lo Muzio, che ha ripreso il figlio di Matteo Salvini su una moto d’acqua della Polizia di Stato.

In una nota pubblicata sul sito dell’Odg, il presidente del Consiglio Nazionale dell‘Ordine dei Giornalisti Carlo Verna ha dichiarato: “Non basta ammettere ‘l’errore da padre’ per giustificare il giro sulla moto della Polizia compiuto dal figlio. Perché quella vicenda coinvolge anche il diritto di cronaca. E Salvini dovrebbe chiedere scusa soprattutto al giornalista minacciato mentre svolgeva il proprio lavoro. Anziché difendere la polizia da un suo errore di padre, Salvini avrebbe dovuto stigmatizzare il comportamento di chi ha provato ad impedire il legittimo esercizio del diritto di cronaca. Su questo, dal giornalista professionista e ministro dell’Interno, ci aspettiamo delle scuse”.

Matteo Salvini, a proposito delle immagini che ritraevano il figlio a bordo della moto d’acqua della Polizia, aveva dichiarato: “Mio figlio sulla moto d’acqua della Polizia è un errore mio da papà, nessuna responsabilità va data ai poliziotti, che anzi ringrazio perché ogni giorno rischiano la vita per il nostro Paese”. E oggi, in una diretta Facebook, è tornato sull’argomento ma solo per fare una battuta: “Vediamo di quali sport nautici si occuperanno oggi i media”.

Sulle immagini del figlio di Salvini a bordo di una moto d’acqua della Polizia e sulle pressioni ricevute dal videomaker al fine di evitare che riprendesse la scena, è intervenuto anche il presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana Beppe Giulietti, che a “La Repubblica” ha affermato: “Non possiamo far passare questi comportamenti. Nessuno può dire a un cronista che sta svolgendo il suo lavoro, che sta documentando un fatto di interesse pubblico, di abbassare la videocamera. Le videocamere non vanno abbassate. E non solo: chiedo formalmente che sia identificata la persona che ha intimidito e minacciato il videomaker di Repubblica”.

Su “Twitter”, intanto, l’Associazione italiana giornalisti videomaker ha lanciato l’hashtag #MinistroSalviniSiScusi, che è immediatamente diventato virale sul social network.

VIRGILIO NOTIZIE | 31-07-2019 19:20

Il figlio di Salvini sulla moto d'acqua della Polizia: le foto Fonte foto: Ansa
Il figlio di Salvini sulla moto d'acqua della Polizia: le foto
,,,,,,,