,,

Fermato presunto killer di Alexandru Ivan, 14enne ucciso a Montecompatri vicino Roma: si sarebbe costituito

Fermato nella notte un 24enne originario dell’est Europa: potrebbe essere il killer del 14enne Alexandru Ivan, ucciso lo scorso 13 gennaio vicino Roma

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Svolta nel caso dell’omicidio di Alexandru Ivan, il 14enne ucciso lo scorso 13 gennaio nel parcheggio della metro C Pantano di Roma. Il presunto killer, fermato nella notte dai Carabinieri di Frascati, è un 24enne originario dell’est Europa, fortemente indiziato della morte del giovane Ivan, che sarebbe stato ucciso “per errore”. Il 24enne si sarebbe costituito. Non è ancora chiaro se sia stato lui a sparare.

Il fermo per l’omicidio di Alexandru Ivan

Arriva il primo fermo per la morte di Alexandru Ivan, il 14enne ucciso a Monte Compatri, vicino Roma, la notte del 13 gennaio scorso.

I carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Frascati hanno fermato, nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 gennaio, un uomo di 24 anni, originario dell’est Europa.

Fermato presunto killer di Alexandru Ivan, 14enne ucciso a Monte Compatri vicino Roma: è un ragazzo di 24 anniFonte foto: ANSA
Amici e familiari sul luogo dove è stato ucciso a colpi di pistola il 14enne Alexandru Ivan, presso il parcheggio della stazione della metro C Pantano a Monte Compatri, in provincia di Roma

Il provvedimento che ha raggiunto il 24enne, gravemente indiziato dell’omicidio di Alexandru Ivan, è stato emesso dalla procura di Velletri.

L’omicidio di Alexandru Ivan

L’omicidio del giovanissimo Alexandru Ivan è avvenuto nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 gennaio nel parcheggio della metro C Pantano, nel comune di Monte Compatri, vicino a Roma.

Il ragazzo è stato colpito da almeno un colpo (forse due) partito da una macchina, in quello che si è configurato come un agguato effettuato in seguito a una lite, avvenuta poche ore prima in un bar tra un gruppo di amici e familiari di Alexandru Ivan e un altro gruppo di cittadini originari dell’est Europa.

Dopo aver preso appuntamento per vedersi nel parcheggio e regolare la questione però, da una macchina sono partiti diversi colpi, uno o alcuni dei quali hanno raggiunto Alexandru, uccidendolo.

Il presunto killer di Alexandru Ivan si è costituito

Il 24enne fermato sarebbe quindi una delle persone, forse quattro in tutto, presenti all’interno della macchina dalla quale sono partiti i colpi di pistola che hanno ucciso Alexandru.

In seguito alla lite avvenuta all’interno di un bar su via Casilina tra un 29enne, compagno della madre di Alexandru Ivan, e un’altra persona, la discussione si è spostata sui telefoni cellulari, tramite i quali il 29enne avrebbe parlato proprio con il 24enne fermato, che non era presente all’interno del locale.

L’appuntamento presso il luogo concordato si è però rivelato un agguato, che ha portato alla morte del 14enne. All’interno della vettura era presenta anche un altro uomo, identificato, che aveva preso parte al litigio avvenuto precedentemente nel bar, ma che da allora risulta irreperibile. I carabinieri sono sulle sue tracce.

Il 24enne, secondo quanto riferito dall’Ansa, si sarebbe costituito ai carabinieri presentandosi in caserma, accompagnato da due avvocati, nella serata di domenica 14 gennaio.

I dubbi su chi ha sparato

Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, il 24enne non era presente nel bar venerdì sera al momento della lite tra il compagno della madre di Alex e un altro ragazzo, ma con lui avrebbe avuto i contatti telefonici per fissare l’appuntamento chiarificatore.

Per gli investigatori, il 24enne si trovava nell’auto da cui sono stati esplosi i colpi assieme ad altri tre uomini, uno di questi compiutamente identificato, che aveva partecipato alla lite all’interno del bar, e ricercato sin dai momenti successivi all’omicidio. Non hanno ancora un nome gli altri due uomini presenti nell’auto.

Le indagini dovranno anche chiarire chi ha esploso i colpi di pistola che hanno ucciso Alex.

I complimenti del sindaco Gualtieri

Intanto, con un post sul proprio profilo x, da parte del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, sono arrivati i “complimenti ai Carabinieri per l’efficace indagine che ha portato al fermo del presunto responsabile dell’omicidio del 14enne Alexandru Ivan nel parcheggio della stazione metro C Pantano a Monte Compatri. Ci stringiamo al dolore della famiglia di questa giovane vita spezzata”.

Complimenti arrivati anche in una nota del sindaco di Monte Compatri, Francesco Ferri: “Accogliamo con soddisfazione i recenti sviluppi delle indagini successive alla morte del 14enne Ivan avvenuta venerdì notte. Il sindaco e la struttura comunale hanno collaborato e sono a disposizione delle autorità che lavorano al caso per fare piena luce sull’accaduto, mettendo sin da subito a disposizione le riprese effettuate dal sistema di videosorveglianza comunale”.

TAG:

alexandru-ivan Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,