,,

Tangenti ai college: in carcere l'attrice di Desperate Housewives

Felicity Huffman in manette per lo scandalo sulle tangenti date alle università americane per ammettere i figli dei vip

L’attrice Felicity Huffman, diventata famosa in tutto il mondo grazie alla serie tv “Desperate Housewives – Casalinghe disperate”, è stata condannata a 14 giorni di carcere, una muta di 30mila dollari e 250 ore di lavori socialmente utili. Si tratta della prima pena inflitta dopo le indagini che hanno scoperchiato lo scandalo delle mazzette dei vip americani per l’ammissione al college dei propri figli. Negli Usa è già polemica per la sua entità, considerata troppo modesta per il reato commesso.

L’accusa, riporta l’Ansa, aveva chiesto almeno un mese di carcere, seguito da 12 mesi di libertà vigilata e un’ammenda di 20mila dollari. Il giudice del Tribunale di Boston, Indira Talwani, ha optato per un compromesso. Stigmatizzando però pubblicamente “un sistema che non è meritocratico e favorisce i figli dei ricchi“, a scapito di giovani meritevoli senza genitori facoltosi alle spalle.

Una critica che però le si è ritorta contro, vista la mitigazione della pena inflitta a Felicity Huffman, con i social che hanno accusato la giustizia americana di utilizzare due pesi e due misure in base all’estrazione sociale e all’etnia dell’imputato. A moderare l’entità della condanna potrebbe però aver influito la dichiarazione di colpevolezza dell’attrice 57enne, vincitrice di un Emmy Award e nominata al Premio Oscar.

Sono profondamente dispiaciuta per gli studenti, le scuole, le università che hanno subito le conseguenze delle mie azioni”, ha affermato, secondo quanto riporta l’Ansa, prima della sentenza. “Ho inflitto più danni di quelli che potevo immaginare. Mi assumo la piena responsabilità delle mie azioni, e come primo passo per scontare il mio crimine accetterò qualsiasi pena riterrete appropriata”.

La superstar del piccolo schermo era stata accusata di aver pagato 15mila dollari per manipolare un test della figlia, determinante per l’ammissione al college. Era stata arrestata nel marzo scorso, nell’ambito di un’inchiesta che aveva accertato il pagamento di mazzette da 100mila a 6,5 milioni di dollari per far entrare i figli dei vip in alcune prestigiose università americane. Tra queste anche Yale, Standford, Georgetown, Ucla, Usc, University of San Diego, University of Texas, Wake Forest University.

Oltre cinquanta persone sono finite in manette in seguito all’indagine. Si tratta di 33 genitori, tra cui Felicity Huffman e la collega Lori Loughlin, protagonista di “Full House – Gli amici di papà”, 13 dirigenti scolastici e coach e un imprenditore californiano, che avrebbe fatto da tramite, intascando oltre 25 milioni di dollari dal 2011 a oggi. Le famiglie pagavano tangenti sotto forma di donazioni fiscalmente detraibili a una fondazione di beneficenza no profit dell’uomo d’affari William Rick Singer. Attraverso la sua società di consulenza per l’ammissione ai college, nota nell’ambiente come “La chiave”, i soldi venivano utilizzati per corrompere allenatori di calcio, tennis e pallavolo.

I coach, riporta l’Ansa, reclutavano come atleti i rampolli di famiglie ricche, anche in assenza di vere abilità sportive, per aumentare le possibilità di entrare in college di serie A. Venivano così create finte storie di successo, manipolando le foto delle gare e falsificando le partecipazioni a vari programmi sportivi. Le mazzate sono state usate inoltre per cambiare i risultati dei test o farli fare a specialisti che sostituivano i candidati, con cifre tra i 15milia ai 75mila dollari.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-09-2019 15:15

felicity-huffman Fonte foto: Ansa
,,,,,,,