,,

Fatture false, c'è la condanna per i genitori di Renzi

È arrivata la sentenza sul processo che vede coinvolti il papà e la mamma di Matteo Renzi

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il giudice Fabio Gugliotta ha accolto la richiesta del pm di Firenze Christine von Borries condannando così Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori di Matteo Renzi.

I due coniugi, secondo quanto riportato da Ansa, sono stati condannati a un anno e nove mesi di reclusione nell’ambito del processo per le fatture false in corso nel capoluogo toscano.

Terzo imputato al processo era l’imprenditore Luigi D’Agostino che è stato condannato a due anni di reclusione. Il pm di Firenze Christine von Borries aveva richiesto la condanna a due anni e tre mesi per l’imprenditore attivo nel campo degli outlet.

Il dispositivo condanna gli imputati con la continuazione e a pena sospesa. Il giudice Gugliotta ha condannato gli imputati al pagamento delle spese processuali e all’interdizione da incarichi direttivi nelle società per 6 mesi, all’interdizione dal ricoprire incarichi pubblici per un anno e a far parte di commissione tributarie in perpetuo.

La Tramor spa, parte civile, dovrà essere risarcita di 190.000 euro da D’Agostino che è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali della stessa Tramor per 3.500 euro. Le motivazioni della sentenza saranno disponibili tra 90 giorni.

Le reazioni alla sentenza

Tiziano Renzi, apprendendo dal suo legale l’esito della sentenza, si è detto “consapevole che si tratta solo di un primo momento, non perdo assolutamente fiducia nella giustizia e aspetto con i miei difensori il processo di appello”.

“I signori Laura Bovoli e Tiziano Renzi sono sereni e tranquilli”. Così l’avvocato Lorenzo Pellegrini, difensore dei genitori del leader di Italia Viva, dopo la sentenza di condanna. Il legale, secondo quanto riportato da Adnkronos, ha annunciato la volontà di voler fare ricorso: “Abbiamo comunicato la notizia ai nostri assistiti, che sono molto sereni, molto tranquilli. Quello che dovevamo dire lo abbiamo detto e lo abbiamo scritto in una memoria consegnata al giudice. Aspettiamo le motivazione della sentenza e poi faremo assolutamente ricorso”.

Anche Alessandro Traversi, avvocato dell’imprenditore D’Agostino, ha annunciato la possibilità di fare ricorso alla sentenza: “Faremo appello contro la sentenza e punteremo a un’assoluzione con la formula più ampia. I reati contestati non sussistono. Aspettiamo le motivazioni della sentenza per capire le ragioni per le quali le fatture sono state ritenute relative a operazioni non effettivamente esistenti. Ovviamente ricorreremo in appello”.

Da Italia Viva è Ettore Rosato, vicepresidente della Camera, a commentare la decisione del giudice: “Massimo rispetto per la giustizia, come sempre. Rispettiamo i giudici e aspettiamo le sentenze definitive, quelle della Cassazione”.

Fatture false, la richiesta di condanna per i genitori di Renzi Fonte foto: Ansa
,,,,,,,