,,
PROMO

Fatturazione elettronica diventa obbligatoria per i forfettari: quale software scegliere

Dal 1° luglio 2022 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria anche per le partite IVA in regime forfettario: come funziona e perché affidarsi a un software

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La fatturazione elettronica, a partire dal 2019, è diventata parte integrante della vita lavorativa di molti professionisti con Partita IVA residenti e stabiliti in Italia e di tutte le aziende del territorio. Le normative, però, stanno per cambiare e a breve l’obbligo di emissione di fattura elettronica sarà esteso anche i regimi forfettari, fino a questo momento esclusi da tale dovere.

Tutti i soggetti chiamati in causa, pertanto, dovranno adattarsi alle nuove modalità di compilazione, di invio e di conservazione delle fatture. Per accedere al sistema di interscambio (SDI) occorre utilizzare un software per la fatturazione elettronica come quello offerto da Aruba che, oltre a permettere di adempiere agli obblighi imposti dalla legge, consente di accedere ad una serie di vantaggi e di strumenti utili.

Da quando parte la fatturazione elettronica per i forfettari

Dal primo gennaio del 2019 è iniziato un processo di progressiva digitalizzazione delle attività contabili delle imprese e dei professionisti. La fatturazione elettronica è diventata obbligatoria per le operazioni con la Pubblica Amministrazione e per la cessazione di beni e servizi tra partite IVA e consumatori finali residenti o stabiliti in Italia. Restavano esclusi da tale dovere alcuni soggetti. Le regole, però, stanno per cambiare.

A partire dal 1° luglio, come stabilito dal Decreto Legge n° 36, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 30 aprile 2022, l’obbligo di fatturazione elettronica sarà esteso anche ai contribuenti in regime di vantaggio e in regime forfettario. Almeno fino al 2024, rimangono esclusi da questa misura coloro che non raggiungono i 25 mila euro di reddito.

Fatturazione elettronica: perché affidarsi a un software

Chi lavora in regime forfettario dovrà adeguarsi alle nuove normative e dotarsi degli strumenti giusti per compilare, inviare le fatture elettroniche al Sistema di Interscambio (SdI) gestito dall’Agenzia delle Entrate e conservarle nel modo corretto.

Affidarsi ad un software che si occupa di inviare le fatture in formato XML al SdI e di archiviarle correttamente, permetterà di accedere ad una serie di vantaggi che miglioreranno anche l’organizzazione del lavoro e porteranno ad un notevole risparmio di tempo.

Saranno ridotti anche i costi di cancelleria, con l’eliminazione delle spese derivanti dalla stampa, dall’invio e dalla conservazione di fatture e documenti in archivi fisici. La possibilità di incappare in errori viene ridotta al minimo, grazie a suggerimenti nella fase di compilazione.

Con i software per la fatturazione elettronica oltre a produrre fatture e a inviarle nel modo corretto, si possono tenere sotto controllo incassi e pagamenti, ricevere notifiche su scadenze e adempimenti da compiere.

Come funziona la fatturazione elettronica di Aruba per i forfettari

Aruba ha strutturato un servizio di Fatturazione Elettronica efficace e che permette a chi decide di utilizzarlo di accedere ad un gran numero di funzioni attraverso un’applicazione web dall’interfaccia semplice e intuitiva.

Permette, infatti, di creare, inviare, ricevere e conservare a norma fatture XML, parcelle, note di credito e debito, acconti e anticipi. Consente poi anche una gestione dei cicli attivi e passivi di fatturazione, di avere il controllo completo su incassi, pagamenti e movimenti di cassa, una gestione collaborativa con il commercialista, che può accedere facilmente ai documenti se autorizzato dal titolare, e la visualizzazione di report e grafici sull’andamento dell’attività lavorativa.

È possibile gestire tutto attraverso un’applicazione mobile, compatibile sia con dispositivi Android, iOS e Huawei. Il tutto avviene in totale sicurezza, con i dati protetti grazie all’utilizzo di infrastrutture certificate.

Aruba, quindi, offre all’utente la possibilità di adempiere agli obblighi stabiliti dalla legge sulla fatturazione elettronica, sfruttando anche una serie di strumenti che permettono una migliore organizzazione del lavoro. Il tutto, ad un prezzo altamente competitivo sul mercato: 1 euro per i primi 3 mesi e, successivamente, 25 euro l’anno.

Fatturazione elettronica per forfettari Fonte foto: GettyImages
,,,,,,,