,,

Fase 3, la bozza del nuovo Dpcm: le novità sulle riaperture

Le nuove disposizioni sulle riaperture contenute nella bozza del nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri

Via libera agli spettacoli, ai musei e alle aree giochi per i bambini. Mentre per quanto riguarda discoteche, fiere e congressi resta lo stop fino a metà luglio. Sono questi i punti principali, stando all’Adnkronos, contenuti nella bozza del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri sulle nuove riaperture a cui il governo sta lavorando.

Le nuove disposizioni andranno a sostituire quelle del Dpcm del 17 maggio scorso; entreranno in vigore da lunedì prossimo, 15 giugno, e dureranno fino al 14 luglio.

Fase 3: aree giochi e centri estivi

Importanti novità per i bambini: da 15 giugno sarà infatti consentito l’accesso dei minori, anche assieme ai familiari, alle “aree gioco all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto”.

Inoltre da lunedì via libera ai centri estivi: sarà consentito “l’accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all’aria aperta, con l’ausilio di operatori cui affidarli in custodia”.

Fase 3, salta il via libera agli sport di contatto

Salta il via libera per il 15 giugno degli sport di contatto. È quanto hanno riferito diversi ministri che hanno partecipato oggi al cdm dove ci sarebbe stata una accesa discussione su questo tema.

Fase 3: spettacoli, mostre e musei

Stando alla bozza del nuovo Dpcm tornano anche gli spettacoli aperti al pubblico, all’aperto o al chiuso. Via libera a cinema, teatro e concerti,  “a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi”.

Per quanto riguarda mostre e musei, l’apertura è consentita a condizione che vengano garantite “modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro”.

Fase 3: sale giochi, terme e centri culturali

Dal 15 giugno via libera alle attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo, “a condizione che le Regioni e le Province Autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi”.

Stesso discorso per le attività di centri benessere, centri termali, centri culturali e sociali. Via libera anche all’apertura dei comprensori sciistici.

Fase 3: discoteche, fiere e congressi

Restano invece vietate fino al 14 luglio le attività di discoteche e sale da ballo, le fiere e i congressi.

Fase 3: i viaggi all’estero e crociere

Dal 16 giugno si potrà viaggiare liberamente verso gli stati membri dell’Unione Europea e dell’area Schengen, Regno Unito, San Marino, Città del Vaticano, Principato di Monaco, Andorra, Albania, Bosnia e Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia.

Fino al 30 giugno, si legge nella bozza, restano vietati gli spostamenti da e per i Paesi non appartenenti all’Unione Europea e all’area Schengen, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. Resta consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Fino al 14 luglio invece sono sospese le crociere da parte delle navi passeggeri battenti bandiera italiana. Le navi di paesi stranieri possono entrare nei porti italiani “esclusivamente ai fini della sosta inoperosa”.

VirgilioNotizie | 11-06-2020 19:01

Spostamenti tra regioni dal 3 giugno: regole e ordinanze Fonte foto: Ansa
Spostamenti tra regioni dal 3 giugno: regole e ordinanze
,,,,,,,