,,

#FacciamoGliUomini, i calciatori contro la violenza sulle donne

I calciatori si schierano contro la violenza sulle donne con il progetto #FacciamoGliUomini: parola d'ordine "rispetto".

La violenza sulle donne è un problema più che mai diffuso e attuale.

E ora i calciatori hanno deciso di metterci la faccia per sensibilizzare e mettere un freno alla dilagante problematica. L’AIC (Associazione Italiana Calciatori) ha infatti dato il via al progetto #FacciamoGliUomini, che vuole contrastare la violenza sulle donne e, soprattutto, prevenire.

Realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Per Le Pari Opportunità, alla presentazione del progetto a Coverciano sono intervenuti anche Andrea Barzagli, Stefano Sorrentino, Manuel Pasqual, Robert Acquafresca e Antonio Nocerino.

“È un dovere morale – ha dichiarato Demetrio Albertini, presidente del Settore Tecnico – per noi calciatori e uomini di sport, con tutti i riflettori che ci illuminano, far porre l’attenzione su certe tematiche. Dobbiamo veicolare determinati messaggi positivi con il nostro esempio. Facciamo gli uomini è il titolo della campagna promossa dall’Assocalciatori per evidenziare come atleti e media siano fondamentali nell’educazione al rispetto”.

Nei prossimi mesi verranno infatti presentate le iniziative di #FacciamoGliUomini, dentro e fuori dal campo di gioco. Tutti gli appuntamenti avranno lo scopo di creare consapevolezza, educare, sensibilizzare e rieducare giovani e meno giovani sul tema della violenza sulle donne. La parola chiave dell’intero progetto è “rispetto”, comunicando anche a chi ha sbagliato, affinché prenda piena coscienza del gesto compiuto e possa riflettere sul proprio vissuto.

Presente al Convegno di Coverciano, durante il quale l’iniziativa è stata presentata, anche Concetta Raccuia, la mamma di Sara Di Pietrantonio, che ha evidenziato come sia “importante fare molta attenzione a certi atteggiamenti di persone apparentemente normali, non essere mai superficiali, cercare di capire dai primi accenni quali possono essere situazioni pericolose”. “Il ragazzo che ci aveva presentato mia figlia come fidanzato – ha raccontato – era di famiglia normale, con nessun problema di degrado sociale, con un lavoro, con grandi attenzioni nei suoi confronti, attenzioni che purtroppo ben presto si sono trasformate in ossessione“.

Madrina di #FacciamoGliUomini è Elena Sofia Ricci, fortemente voluta da AIC dopo le sue dichiarazioni di gennaio in merito a una violenza subita da bambina.

VirgilioNotizie | 24-07-2019 11:32

#FacciamoGliUomini Fonte foto: Dema4
,,,,,,,