,,

Eutanasia, al lavoro su legge del fine vita: la promessa del Pd

Delrio assicura il suo impegno "personale" sulla questione. Bonino: "Ci deve essere libertà responsabile"

Mancano 12 giorni al termine dato dalla Corte Costituzionale al Parlamento per legiferare sul fine vita e la nuova maggioranza Pd-M5s ha tentato di rimettere mano al dossier.  Il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio, ha assicurato ad ANSA il proprio impegno “personale” e quello dei Dem per sbloccare la situazione.

Di fatto, i due partiti hanno una posizione comune sul tema, al contrario del primo governo Conte, che ha visto lo stop dei lavori parlamentari per via dei contrasti tra Lega e pentastellati. Dei 10 provvedimenti presentati alle Camere dall’inizio della legislatura (2 in particolare sul fine vita e altre 8 proprio sull’eutanasia) ce n’è uno che è orientato alla depenalizzazione per chi “aiuta al suicidio”. La Lega, al contrario, vorrebbe che si modificasse in senso restrittivo la legge del 2017 sul biotestamento.

Il Pd invece sul tema ha presentato 3 progetti di legge tra Camera e Senato: in tutto ce ne sono 3 del Pd, 3 del M5S, 1 di Leu, 1 del Misto, 1 di FI, più una proposta di legge popolare presentata proprio nei primi giorni della legislatura. I dem, ha annunciato Delrio, si assumeranno ora l’impegno a legiferare in tempi rapidi sul punto. Il piano del Pd, riporta ANSA, sarebbe quello di dire sì alla depenalizzazione dell’aiuto al suicidio, ma solo in alcune circostanze, per evitare pressioni indebite su malati e persone anziane.

L’appello di Emma Bonino sulla proposta di legge

Nell’attesa della prossima mossa, la senatrice radicale Emma Bonino incalza: “C’è una proposta di legge sul tavolo che riguarda l’eutanasia, promossa dall’Associazione Coscioni che farà su questo un’iniziativa a Roma il 19 settembre. Il mio punto di vista è uno solo: ci deve essere la libertà responsabile delle persone di scegliere non di morire, cosa che succede a tutti, ma di come poter morire, in dignità e in libertà. Questo è il punto sostanziale”. Parlando alla trasmissione Tagadà su La7, la senatrice conclude: “È difficile? Certo, è complicato. Ma proprio quando le cose sono complicate è meglio non delegarle a giudici, medici eccetera eccetera. Ognuno si assuma la propria responsabilità. Da qui l’importanza del testamento biologico“.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-09-2019 20:28

Fiducia al governo M5S-PD: le reazioni da Zingaretti a Salvini Fonte foto: ANSA
Fiducia al governo M5S-PD: le reazioni da Zingaretti a Salvini
,,,,,,,