,,

Eurovision Song Contest 2023 in Ucraina, location segreta ma iniziano i preparativi: cosa è emerso finora

Sarà difficile organizzare il maxi evento musicale durante la guerra, nessun Paese aveva prima d'ora ha mai ospitato l'Eurovision durante una guerra

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La guerra in Ucraina non ferma la musica. Nonostante il conflitto, infatti, il Paese ha già avviato i preparativi per l’Eurovision Song Contest. Dopo l’edizione a Torino, infatti, il festival della canzone europeo si trasferirà a Est. Non senza problemi organizzativi, come è facile immaginare.

L’Ucraina deve ospitare l’ESC 2023 perché la versione del 2022 che si è tenuta in Italia è stata vinta dai Kalush Orchestra, con la canzone “Stefania”.

Problema sicurezza per l’Eurovision Song Contest in Ucraina

Kirill Tymoshenko, numero due dell’Ufficio del presidente Volodymyr Zelensky, ha fatto sapere sul suo canale Telegram che “la questione principale è quella della sicurezza”.

“Il ministero della Difesa e il ministero degli Interni sono fin dall’inizio strettamente coordinati in un lavoro di preparazione” del maxi evento, ha dichiarato.

In quale città ucraina si farà l’Eurovision Song Contest del 2023

Ancora non è possibile annunciare quale sarà la città che ospiterà l’Eurovision Song Contest del 2023, perché potrebbe essere colpita dai bombardamenti russi.

Eurovision Song Contest 2023 in Ucraina, location segreta ma iniziano i preparativi: cosa è emerso finoraFonte foto: ANSA
I vincitori dell’edizione 2022 dell’ESC, i Kalush Orchestra.

“Stiamo valutando varie location” nel Paese “ma per ragioni di sicurezza non ne possiamo annunciare ancora nessuna”, ha sottolineato il vice dell’ufficio presidenziale di Kiev.

Aggiungedo che l’Ucraina è grata “per il sostegno dei partner internazionali” che hanno espresso la volontà di voler aiutare Kiev a finanziare l’evento.

Solo pochi giorni fa Taras Melnychuk, rappresentante del Governo alla Verkhovna Rada, il parlamento ucraino, aveva annunciato la formazione di un comitato organizzativo per l’Eurofestival.

Nessun Paese in guerra ha mai ospitato l’evento: i dubbi

Il Paese ha già ospitato due volte la manifestazione canora, nel 2005 e nel 2017, tutti nella capitale Kiev, ma è la prima volta nella storia del festival che questo compito viene affidato a una nazione in guerra.

Oleksandr Tkachenko, ministro della Cultura e dell’Informazione, ha espresso i suoi dubbi sull’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2023.

“Il punto è che nessuno ha mai ospitato l’Eurovision durante la guerra”, ha dichiarato, considerando che questo potrebbe essere vietato, più o meno esplicitamente, dai regolamenti.

“Adesso stiamo cercando risposte con i nostri colleghi alle condizioni più importanti stabilite dall’Ebu”, l’Unione europea di radiodiffusione.

“Ma penso che, nel nostro continuo dialogo, dovremo spiegare che alcune condizioni andranno modificate”, ha aggiunto il ministro.

Eurovision 2022, le immagini della serata: i momenti più belli della finale Fonte foto: ANSA
Eurovision 2022, le immagini della serata: i momenti più belli della finale
,,,,,,,