,,

Esplosione Abu Dhabi: attacco con droni all'aeroporto, chi sono gli Houthi che hanno rivendicato l'attentato

Ad Abu Dhabi si sono verificati degli attacchi con dei droni, che hanno causato incendi nell'aeroporto internazionale, rivendicati dai ribelli Houthi

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Un attacco aereo eseguito con droni e rivendicato dagli insorti yemeniti filo-iraniani Houthi ha provocato una serie di esplosioni e un incendio all’aeroporto di Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti. Lo ha riferito la tv panarabo-saudita, al Arabiya. L’Arabia Saudita e gli Emirati sono rivali in Yemen degli insorti Houthi: poco prima dell’attentato, i ribelli avevano annunciato di essere in procinto di avviare una “vasta campagna militare”.

Esplosione Abu Dhabi, attacco con droni all’aeroporto: morti e feriti

Sarebbero almeno 3 i morti nell‘attacco, due cittadini indiani e uno pachistano, secondo la tv panarabo-saudita, al Arabiya, che ha citato fonti della polizia di Abu Dhabi, dove sono stati compiuti gli attentati.

I feriti sarebbero almeno 6, ma il bilancio potrebbe aggravarsi nelle prossime ore. L’attentato avrebbe preso di mira installazioni di petrolio della struttura governativa Adnoc, a largo del porto di Abu Dhabi, provocando alcune esplosioni e il conseguente incendio di tre cisterne.

Un’esplosione avrebbe anche causato, sempre secondo la polizia emiratina, un “lieve incendio” nei pressi dell’aeroporto internazionale di Abu Dhabi.

In precedenza, i radar dell’aviazione militare avevano segnalato la presenza di “piccoli oggetti volanti” sopra i cieli degli Emirati, una circostanza che sembrerebbe confermare la presenza di droni nelle zone in cui si sono verificati gli incendi e le esplosioni.

ribelli houthiFonte foto: ANSA

Attentato Abu Dhabi rivendicato dagli Houthi: chi sono

A fugare ogni dubbio sulla paternità dell’attentato ci hanno pensato gli insorti yemeniti Houthi, che l’hanno rivendicato confermando di aver usato dei droni contro le installazioni petrolifere degli Emirati Arabi Uniti nella regione della capitale Abu Dhabi.

Il sito degli Hezbollah libanesi, anche loro vicini all’Iran e alleati degli Houthi in Yemen, ha citato il generale yemenita Yahiya Saria, comandante delle forze Houthi, secondo cui gli attacchi compiuti ad Abu Dhabi “dimostrano la capacità” degli insorti di colpire “la profondità del nemico”.

“Si è trattato di una operazione di alta qualità”, recita il comunicato attribuito al generale Saria.

I miliziani sciiti hanno minacciato di compiere “altri attacchi dolorosi” contro gli Emirati se quest’ultimi non metteranno fine alla loro “aggressione” allo Yemen.

Attentato Abu Dhabi, incendio nell’aeroporto internazionale

Il “lieve incendio” registrato nell’area dell’aeroporto internazionale di Abu Dhabi in seguito agli attacchi con droni degli Houthi “ha provocato una breve interruzione per un numero limitato di voli”, e le normali operazioni aeroportuali sono state rapidamente riprese. Lo ha dichiarato un portavoce della compagnia aerea emiratina Etihad Airways, citato dal quotidiano Khaleej Times.

Il portavoce ha affermato che l’interruzione è stata il risultato di “misure precauzionali”, sottolineando che “la sicurezza e il comfort dei nostri ospiti e dell’equipaggio sono la nostra priorità numero uno”.

houthi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,