,,

Epidemia di polmonite in Cina: c'è un morto, scoperto il virus

La Cina ha annunciato il primo decesso legato ai casi della misteriosa polmonite virale registrati a partire da dicembre con il focolaio individuato a Wuhan, nella regione dell’Hubei. Ne dà notizia l’Ansa. L’infezione è stata attribuita a un nuovo tipo di virus che apparterrebbe alla stessa famiglia della Sars, che tra il 2002 e il 2003 uccise oltre 700 persone tra Cina e Hong Kong.

Polmonite virale in Cina: un decesso e 41 persone infette

La Commissione sanitaria di Wuhan ha fatto sapere in un comunicato, riportato dall’Ansa, che la nuova polmonite virale è stata diagnosticata in almeno 41 pazienti. Oltre alla prima vittima, 7 restano in gravi condizioni. Due persone sono state dimesse.

Le autorità locali avevano parlato in precedenza di 59 casi rilevati. A Hong Kong 48 persone sono state ricoverate nei giorni scorsi di ritorno da un viaggio a Wuhan, ma finora nessun caso è stato confermato come infezione dal nuovo coronavirus.

La Commissione sanitaria di Wuhan non ha fornito, nella sua nota, dettagli sul primo decesso, limitandosi a rendere noto che la gran parte delle persone infettate lavorava in un mercato di selvaggina e pesce della città, chiuso in via precauzionale dal primo gennaio.

Misteriosa polmonite virale in Cina: stesso virus della Sars

L’Ansa fa sapere, citando la tv cinese Cctv, che secondo i risultati delle analisi degli scienziati, la causa della polmonite virale sarebbe da attribuire in via preliminare a un nuovo tipo di coronavirus, la stessa famiglia della Sars, la sindrome respiratoria acuta grave.

Dei sei tipi di coronavirus conosciuti che possono infettare l’uomo, quattro hanno causato solo sintomi respiratori minori simili a quelli di un raffreddore. Gli altri due, invece, hanno provocato gravi malattie: la Sars, originata in Cina, e la Mers, la sindrome respiratoria mediorientale, che fece 449 vittime nel 2015.

“Nessun nuovo caso è stato rilevato dal 3 gennaio”, ha sottolineato la Commissione, secondo cui “allo stato attuale, non è stata trovata alcuna infezione nello staff medico e non ci sono chiare evidenze sulla trasmissione della malattia attraverso l’uomo”.

Polmonite virale: pericolo di tramissione per il Capodanno cinese

La polmonite virale cade nel mezzo della grande migrazione in Cina del Capodanno lunare, come ricorda l’Ansa, con centinaia di milioni di persone che si mettono in viaggio per vacanza e per visitare i loro luoghi d’origine. Le autorità cinesi non avrebbero dato particolari disposizioni precauzionali.

VIRGILIO NOTIZIE | 11-01-2020 12:34

polmonite-virale-cina-morto-sars Fonte foto: Ansa
,,,,,,,