,,

Emanuele Pozzolo e l'immunità parlamentare: s'è sottoposto allo stub 6 ore dopo ma non ha consegnato i vestiti

Il caso del deputato Emanuele Pozzolo, che si è appellato all'immunità parlamentare per non consegnare gli abiti. Porto d'armi verso la revoca

Pubblicato il:

Emanuele Pozzolo ha invocato l’immunità parlamentare per evitare di consegnare i vestiti indossati la notte di Capodanno, pur essendosi sottoposto al test dello stub. Il deputato di Fratelli d’Italia è oggetto di un’indagine a Biella per lesioni colpose, accensioni ed esplosioni pericolose e omessa custodia di armi: il fascicolo è stato aperto in seguito all’incidente avvenuto durante la festa, in cui una pistola portata da Pozzolo avrebbe accidentalmente ferito un uomo. Il parlamentare ha negato di esser stato lui a sparare,  ma l’iscrizione nel registro degli indagati è stata necessaria nell’ottica della completezza dell’indagine.

Pozzolo si avvale dell’immunità parlamentare

L’intenzione degli investigatori sarebbe stata quella di compiere un’analisi approfondita degli indumenti che Emanuele Pozzolo indossava nella notte fra domenica e lunedì, durante la festa di Capodanno che si teneva nel piccolo Comune di Rosazza, in provincia di Biella.

Oggetto di interesse erano il jeans, il pile e il giubbotto indossati dal deputato, che potrebbero rivelare tracce utili a ricostruire l’accaduto. Pozzolo ha scelto di sfruttare le sue prerogative di parlamentare, appellandosi all’immunità per non consegnare gli abiti, pur essendosi sottoposto al test per rilevare residui di polvere da sparo.

emanuele pozzolo immunità parlamentareFonte foto: ANSA

Emanuele Pozzolo si è avvalso dell’immunità parlamentare per non consegnare i vestiti indossati durante l’episodio

Pozzolo e il test dello stub

Il deputato si è sottoposto, dopo 6 ore dai fatti, al test per rilevare residui da sparo, noto come “stub“, e ha accettato il tampone a freddo per rilevare residui di bario, antimonio e piombo sulle braccia.

Questi esami, eseguiti sulle mani e sui vestiti, sono volti a stabilire con certezza se Pozzolo abbia effettivamente sparato accidentalmente il colpo che ha causato la ferita al 31enne.

La versione di Pozzolo

Pozzolo ha sostenuto di non essere stato lui a sparare, affermando che il colpo potrebbe essere partito in modo accidentale quando l’arma sarebbe caduta dalla sua tasca.

La versione del deputato non sembra convincere, considerando che l’arma in questione, di proprietà di Pozzolo, è una mini-pistola da borsetta calibro 22, una North American Arms dal costo di circa 500 euro e considerata una delle armi più sicure in fatto di colpi accidentali. Ci sarebbe inoltre un testimone capace di affermare di aver visto il colpo di pistola partire proprio dalle mani del deputato.

La mini-pistola risulta essere di proprietà di Emanuele Pozzolo, il quale detiene regolarmente, presso la propria abitazione, diverse altre armi, fra pistole e fucili.

Porto d’armi verso la revoca

Nel frattempo la prefettura di Biella si è mossa per sospendere il porto d’armi che Pozzolo aveva ottenuto da poco meno di un anno.

Quando la sospensione sarà effettiva, Pozzolo dovrà riconsegnare anche le altre armi presenti nella sua residenza, fino a ora regolarmente detenute per difesa personale.

immunità parlamentare emanuele pozzolo Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,