,,

Elsa Fornero propone la patrimoniale: cos'è, come funziona e perché il Governo Meloni è fortemente contrario

L’ex ministra torna a parlare di patrimoniale, scatenando le reazioni del centrodestra: ecco cos’è e come funziona la proposta di Elsa Fornero

Pubblicato il:

L’ex ministra del lavoro e delle politiche sociali, Elsa Fornero, è tornata a parlare di imposta patrimoniale, scatenando le reazioni indignate del centrodestra e dei costruttori. Ecco in cosa consiste la proposta dell’economista.

Elsa Fornero e la patrimoniale

Con un editoriale pubblicato su La Stampa di domenica 14 gennaio, l’ex ministra del lavoro e delle politiche sociali (con delega alle pari opportunità) nel governo Monti, l’economista Elsa Fornero, è tornata a parlare di imposta patrimoniale.

“Ci possono essere molte buone ragioni per le quali il nostro Paese potrebbe considerare un’imposta patrimoniale (in realtà sul patrimonio immobiliare, visto che quello finanziario già ne è gravato)” ha scritto la Fornero nel suo editoriale.


Il post del ministro Salvini in risposta all’editoriale di Elsa Fornero nel quale proponeva l’introduzione di una imposta patrimoniale

Tra queste, le due principali sarebbero “serie difficoltà nella finanza pubblica e gravi iniquità sociali”. Secondo la Fornero “un debito pubblico elevato deriva da anni in cui i governi in carica, anziché tassare i cittadini per i benefici loro forniti, rinviano al futuro, e perciò alle generazioni giovani e a quelle che seguiranno, parte delle imposte che servono a finanziare la spesa pubblica corrente”.

In cosa consiste l’imposta patrimoniale

“L’assenza di crescita e una impressionante serie di shock negli ultimi decenni non hanno impedito che, mentre la povertà si estendeva, una parte molto minoritaria del paese aumentasse la propria quota di ricchezza” ha poi aggiunto la Fornero, entrando così nel merito della questione.

La soluzione, secondo l’economista, potrebbe essere quella di “stabilire un imponibile minimo piuttosto elevato o limitare l’imposta al momento della trasmissione ereditaria, così come la si potrebbe usare per alleggerire l’imposizione sul reddito da lavoro o evitare un aumento netto della pressione fiscale”.

In pratica la Fornero propone si usare il gettito per ridurre le tasse sui redditi da lavoro, spostando quindi parte del peso delle tasse imposte sui redditi da lavoro alle ricchezze. Una strategia consigliata da molti esperti del settore nel tentativo di ridurre le disuguaglianze sociali, ma che non piace al centrodestra e alle categorie di settore.

Le critiche alla proposta della Fornero

Tra i primi a reagire alle parole di Elsa Fornero c’è stato l’attuale ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini: “Di ricette disastrose di questa signora l’Italia ne ha già avute abbastanza. Giù le mani dalle case e dai risparmi degli italiani”.

Discorso simile per capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Tommaso Foti, secondo il quale “l’introduzione della patrimoniale causerebbe un ulteriore devastante aumento delle iniquità in Italia”. Foti, in aggiunta, ha anche inspiegabilmente chiesto al Pd di “dissociarsi dalle parole della Fornero”.

Anche Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia, è intervenuto sulla questione: “Elsa Fornero propone di introdurre un’imposta patrimoniale e precisa che l’imposta andrebbe messa sul patrimonio immobiliare, visto che quello finanziario già ne è gravato. È sconcertante”.

elsa-fornero Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,