,,

Elezioni Umbria, alleanza PD-M5S: salta il primo nome

Stefania Proietti, sindaca di Assisi, ha declinato l'offerta del M5S come candidata alle prossime elezioni in Umbria

Dopo le recenti discussioni tra Pd e 5 Stelle sul futuro delle elezioni in Umbria, e dopo la votazione sulla piattaforma Rousseau, arriva il primo ‘no’ di una dei candidati indicati dal Movimento. Si tratta del sindaco di Assisi, Stefania Proietti, che in una nota ripresa da Adnkronos, annuncia il suo ritiro dalla corsa.

“In merito alle elezioni regionali del prossimo 27 ottobre – scrive la sindaca – intendo ribadire due concetti: che è sempre stata mia intenzione continuare ad essere sindaco di Assisi e che c’è bisogno di una coalizione ampia, innovativa, basata su un patto civico che proceda unita per il bene dell’Umbria”.

Parlando poi del possibile futuro candidato per la coalizione nella regione, la sindaca racconta: “Da mesi mi sono schierata pubblicamente, e adoperata con tutte le mie forze, per il raggiungimento dell’unità di una coalizione ampia a guida civica per l’Umbria. E per la prima volta effettivamente stiamo vedendo in campo, come candidati alla carica di Presidente della nostra Regione, nomi e protagonisti della società civile. Come sindaco civico al lavoro da tre anni, sono convinta che, su questa strada, la politica umbra avrà la possibilità di compiere un salto di qualità eccezionale”.

Tra i nomi nella rosa dei possibili futuri candidati infatti, era spuntato quello di Francesca Di Maolo, attuale presidente dell’Istituto Serafico, e anche quello di Andrea Fora, candidato del Pd. Secondo quanto riporta Repubblica l’avvocata Di Maolo ha preferito rifiutare l’offerta di Zingaretti e Di Maio.

Ringrazio il Movimento 5 Stelle per aver indicato il mio profilo”, conclude Proietti. “Sono sinceramente lusingata per i tanti attestati di stima che mi sono giunti in questi giorni. Riuscire a conquistare il rispetto e la fiducia di una ulteriore forza politica per un profilo civico come il mio è un grande passo di conciliazione che è ciò che più serve ai nostri cittadini e alle nostre Istituzioni: mettere da parte le divisioni e ricondurre all’unità le forze politiche su progetti che abbiano come unica finalità il bene comune”.

“PD e grillini continuano a prendere in giro gli umbri, cambiando ogni giorno squadra e candidati, una vergogna senza precedenti. Per fortuna fra 35 giorni l’Umbria cambierà, dopo cinquant’anni di sinistra”, ha twittato il leader leghista Matteo Salvini.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-09-2019 12:40

Fiducia al governo M5S-PD: le reazioni da Zingaretti a Salvini Fonte foto: ANSA
Fiducia al governo M5S-PD: le reazioni da Zingaretti a Salvini
,,,,,,,