,,

Elezioni a Roma, Zingaretti sul dopo Raggi: "Ho un nome"

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha parlato delle imminenti regionali e delle elezioni dell'anno prossimo a Roma

“Le risorse europee sono la speranza che finalmente abbiamo costruito. Sono una conquista perché non ce le ha regalate nessuno e questa è la vera discontinuità tra il Conte 1 e il Conte 2“. Lo ha detto il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti a Porta a porta.

“Avevamo un governo antieuropeista, c’è stata una rottura – ha spiegato – e questa battaglia che si è fatta ha riportato la speranza che i tanti nodi irrisolti ora possono essere affrontati. È dura, durissima, ma c’è una speranza. E l’Italia ha guidato con intelligenza un rinnovamento in Europa“.

Poi sul Mes: “Lo dico non solo da segretario del Pd ma anche da presidente di Regione: dire no al Mes significa dire no a qualcosa che c’era in passato ma qui parliamo di una linea di credito da cui l’Italia può guadagnare e che investe sulla sanità”.

“Noi non arretreremo e nessuno può permettersi di dire ‘capitolo chiuso’. C’è una maggioranza, c’è un governo, c’è un dibattito politico e non è chiuso nulla. Noi – ha affermato Zingaretti – daremo battaglia senza alcun dubbio, con la forza degli argomenti. Qualcuno spiegasse in chiave non ideologica perché rinunciare a questa grande opportunità”.

Regionali, l’invito di Zingaretti agli elettori M5S

Parlando delle imminenti elezioni regionali, Zingaretti ha dichiarato: “Non sono del M5s e vedo un destino di competizione ma la politica non può essere solo testimonianza. Penso che i 5 stelle abbiano sbagliato a ritirarsi dalla corsa per vincere e mettere in sicurezza le regioni italiane”.

E chiedo agli elettori, che sono molto più evoluti dei vertici, uniamoci. Uniamo gli elettorati – ha aggiunto – perché è una contraddizione in termini fare un governo per fermare le destre e poi stendere un tappeto rosso alle regionali perché noi siamo divisi. La politica non è testimonianza, nelle elezioni bisogna anche vincere”.

Elezioni a Roma, Zingaretti: “Ho in mente un nome”

“Chi è stato osservatore attento di Zingaretti e Raggi esclude che ci possa essere un accordo sottobanco. Non c’è ancora il nostro candidato ma non ci sono ancora i candidati del centrodestra perché le scelte si faranno dopo il voto del 20 settembre, come giusto”. Così Zingaretti riguardo alle prossime elezioni amministrative a Roma.

“Io so – ha aggiunto – che saremo all’opposizione di Virginia Raggi per cambiare sindaco di Roma, perché penso che la sua sindacatura sia stata una catastrofe”.

Poi Zingaretti ha rivelato di avere già in mente chi sarà il candidato sindaco del Pd: “Chi farà il sindaco di Roma, con il giubileo e i fondi del Recovery, sarà uno degli uomini politici più importanti d’Italia. Nel caldo agostano si è avuta una discussione sul sindaco di Roma che Roma non merita”.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-09-2020 22:26

zingaretti Fonte foto: Ansa
,,,,,,,