,,

Morto Giacomo Losi ex capitano della Roma, aveva 88 anni: il ricordo della società giallorossa sui social

Giacomo Losi è morto a 88 anni: fu capitano della Roma e fra i giocatori più amati, recordman di presenze come Totti e De Rossi

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Giacomo Losi, ex calciatore e capitano della Roma, è morto all’età di 88 anni. Soprannominato ‘Core de Roma‘, Losi giocò con la maglia giallorossa dal 1954 al 1969, eccetto le stagioni dal 1957 al 1959. Diventò capitano nel 1960, e solo Francesco Totti e Daniele De Rossi hanno accumulato più presenze con la maglia dei lupi. Nella sua carriera 386 presenze, vincendo due Coppe Italia e la Coppa delle Fiere, lasciando un segno indelebile nella storia della Roma e nel ricordo dei tifosi.

Addio a Giacomo Losi, “Core de Roma”

L’annuncio della morte di Giacomo Losi è arrivato dal nipote, ex direttore Rai, Massimo Liofredi. “Zio Giacomo stasera è andato in cielo. È rimasto attaccato fino all’ultimo alla maglia giallorossa, per cui aveva un amore smisurato e che continuava a seguire in ogni occasione”.

A dire addio a Giacomo Losi la moglie Luciana Renzi, il figlio Roberto e tutti i nipoti. Commovente anche il messaggio della A.S. Roma: “Ci hai sempre amato, ti abbiamo sempre amato. Ciao Capitano, sarai nel nostro cuore per sempre” si legge sui profili social della squadra giallorossa.

La carriera di Giacomino Losi

Giacomo Losi era nato il 10 settembre 1935 a Soncino, in provincia di Cremona. Mostrando un precoce interesse per il calcio, ha iniziato a giocare come mezz’ala nella squadra locale all’età di 14 anni.

Nel 1951, è passato alla Cremonese, e nel 1953 è stato acquistato dalla Roma per 8 milioni di lire. Il suo debutto in Serie A è avvenuto il 20 marzo 1955 contro l’Inter. Durante quella stagione, Losi è diventato difensore titolare, una posizione che ha mantenuto per tutta la sua carriera.

Nel 1960, ha esordito in Nazionale e ha continuato a rappresentare l’Italia fino ai Mondiali del 1962 in Cile. Ha anche indossato la fascia di capitano nella partita Belgio-Italia del 13 maggio 1962 allo Stadio Heysel di Bruxelles.

 Il ritiro e i risultati raggiunti

Giacomo Losi ha concluso la sua esperienza con la maglia giallorossa nel 1969, accumulando 386 presenze totali, di cui 299 da capitano. Durante la sua lunga permanenza nella Roma, non ha mai subito alcun provvedimento disciplinare, venendo ammonito solo nell’ultima partita disputata.

Dopo il termine della sua carriera da calciatore, Giacomo Losi si è dedicato alla carriera da allenatore. Ha iniziato dalla Serie D, guidando la Tevere Roma nella stagione 1970-1971. Successivamente, ha avuto esperienze da allenatore in diverse squadre, tra cui Avellino, Turris, Lecce, Salernitana, Alessandria, Bari, Piacenza, Nocerina e Juve Stabia.

Il suo contributo al calcio e alla Roma è stato riconosciuto il 20 settembre 2012, quando è stato inserito tra i primi 11 giocatori nella hall of fame ufficiale romanista.

giacomo losi morto capitano roma Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,