,,

Duomo di Milano, vigilante preso in ostaggio: arrestato un uomo

Un uomo ha preso in ostaggio una guardia giurata del Duomo di Milano. Poi, è stato arrestato

Un uomo, dopo essersi introdotto nel Duomo di Milano, ha preso in ostaggio una guardia giurata. Secondo le prime informazioni diffuse dalla Questura e riportate da ‘Ansa’, l’uomo avrebbe tenuto in ostaggio la guardia giurata per alcuni minuti, sotto la minaccia di un coltello. Subito sono intervenuti gli agenti di guardia e poco dopo, a seguito della mediazione di un funzionario di Polizia, l’uomo è stato disarmato e arrestato.

L’uomo, uno straniero di cui non si conoscono ancora le generalità, è stato condotto in Questura.

Il pool antiterrorismo della Procura di Milano, guidato da Alberto Nobili, e gli investigatori della Digos stanno effettuando accertamenti sul caso dell’uomo che è entrato nel Duomo di Milano e, armato di coltello, ha preso in ostaggio per alcuni minuti un vigilante.

Gli inquirenti vogliono capire le ragioni del suo gesto. Al momento, infatti, non si sa perché l’uomo abbia deciso di compiere questo atto.

Vigilante in ostaggio al Duomo di Milano: la ricostruzione

Secondo quanto riporta ‘Ansa’, l’uomo che alle 13 ha preso in ostaggio una guardia giurata del Duomo è stato disarmato in un momento di distrazione, durante le delicate fasi in cui parlamentava con vari funzionari della Questura.

L’uomo, avvicinato dal vigilante nei pressi dell’altare, ha estratto un coltello, glielo ha puntato alla gola e lo ha fatto inginocchiare.

Il tutto sarebbe durato presumibilmente pochi minuti. L’uomo, infatti, proprio un attimo prima era fuggito a un controllo sulle scale della cattedrale.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo era stato trovato poco prima seduto sulle scale del Duomo, ma un attimo prima che la pattuglia a piedi si apprestasse a chiedergli i documenti si è alzato fuggendo dentro la cattedrale.

Subito inseguito, si sarebbe nascosto nei pressi dell’altare dove è stato notato da una guardia giurata di un istituto di vigilanza che lavora per la Fabbrica del Duomo.

Quando il vigilante si è avvicinato, però, è stato preso alla sprovvista dallo sconosciuto, che ha estratto il coltello, glielo ha puntato alla gola e lo ha fatto inginocchiare.

Nel frattempo sono giunti agenti, militari e funzionari della Polizia di Stato, che hanno cominciato a parlargli per convincerlo a lasciare andare l’ostaggio.

Dopo pochi minuti è bastata una distrazione dell’uomo e gli agenti lo hanno disarmato e immobilizzato.

Portato in questura per le procedure di identificazione, avrebbe riferito di essere di origine egiziana ma di essere nato a Londra. Le informazioni che ora dovranno essere verificate con accertamenti sulle sue impronte digitali. Il coltello è stato sequestrato.

La guardia giurata non ha riportato lesioni particolari. Il 118 è intervenuto alle 13.12, ma non è stato necessario il trasporto dell’ostaggio al pronto soccorso.

Vigilante in ostaggio al duomo di Milano: è terrorismo?

Dalle prime indagini sul caso, riporta ‘Ansa’, al momento non c’è alcun elemento concreto che possa far ipotizzare un gesto terroristico.

L’uomo, che dice di essere di origine egiziana (sono ancora in corso accertamenti sulle generalità di questa persona), è stato arrestato per sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello. Il sequestro della guardia è durato circa 8 minuti.

Dai primi accertamenti non si è avuta certezza nemmeno del luogo in cui questa persona abita. Lui, da quanto si è saputo, avrebbe detto addirittura che vive “nel Duomo” e che si chiama “Cristiano”. A investigatori e inquirenti, riferisce ‘Ansa’, è apparso visibilmente alterato. Sono ancora tutte da verificare, dunque, le sue generalità. Al momento non gli viene contestata un’azione con finalità terroristiche.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-08-2020 14:02

Milano, prende in ostaggio guardia giurata del Duomo: arrestato Fonte foto: Ansa
,,,,,,,