,,

Donna scomparsa a Crema, trovate tracce di sangue di Sabrina

Nella cisterna di Vergonzana non è stato trovato il corpo di Sabrina Beccalli, la donna scomparsa a Crema. Diverse le ipotesi

Il corpo di Sabrina Beccalli, la 39enne scomparsa a Crema all’alba di Ferragosto, non si trova. La donna, come riporta il ‘Corriere della Sera’ è ritenuta quasi certamente morta: secondo Alessandro Pasini, il 45enne unico indagato, Sabrina è morta per overdose, mentre per gli inquirenti la donna ha perso la vita per un raptus omicida dell’uomo causato da un rifiuto della donna. Intanto, i Ris hanno trovato tracce di sangue nell’appartamento di Crema dove si sospetta che sia stata uccisa.

Nella mattinata di domenica 23 agosto la cisterna di Vergonzana, profonda 5 metri e larga 20, è stata quasi svuotata del tutto, ma del corpo non è stata trovata alcuna traccia.

Il tenente colonnello Lorenzo Carlo Maria Repetto, che segue in prima persona le operazioni, ha dichiarato al ‘Corriere della Sera’: “Al momento non abbiamo novità sostanziali. Sul fronte dell’indagine abbiamo dato risposte celeri conducendo una buona inchiesta, ma senza la collaborazione di Pasini è difficile rintracciare il corpo di Sabrina. Escludo comunque categoricamente che le operazioni svolte a Maleo in queste ore dai sommozzatori dei Vigili del fuoco e dalle unità cinofile di Lodi presso il fiume Adda siano legate alle nostre ricerche. Quella è un’operazione parallela che nulla ha a che vedere con la ricerca di Sabrina”.

All’1.30 di domenica, infatti, i Vigili del Fuoco hanno iniziato a sondare, con l’ausilio di foto trappole per fare luce di notte, il fiume Adda nelle vicinanze del ponte Salvo D’Acquisto di Maleo, comune del lodigiano distante 25 km da Crema.

Nessun collegamento con il “giallo” di Crema: le ricerche, in questo caso, erano legate a una diversa segnalazione di persona scomparsa (un pensionato 71enne di Maleo), partita proprio dal territorio di Lodi.

Scomparsa a Crema, trovate tracce di sangue nell’alloggio

Dai primi risultati degli esami condotti dal Reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri, come riporta Ansa, sono emerse tracce di sangue sul pianerottolo dell’appartamento di Crema in cui si sospetta che Sabrina Beccalli la notte di Ferragosto sia stata uccisa da Alessandro Pasini.

Con il luminol, inoltre, sarebbero state individuate tracce anche in bagno, ma la gran parte si trovava sul pianerottolo, e sarebbe stato lavato.

Sabrina Beccalli, donna scomparsa a Crema: le ipotesi al vaglio

Per quanto riguarda Sabrina Beccalli, come riporta il ‘Corriere della Sera’, sono diverse ora le ipotesi: il corpo potrebbe essere in campagna in mezzo ai campi di granturco oppure nel canale Vacchelli, che corre per diversi chilometri e si sposta a est fino a Genivolta, verso Cremona. La corrente potrebbe avere portato Sabrina molto lontano dal luogo del ritrovamento della Fiat Panda incendiata della donna.

VirgilioNotizie | 24-08-2020 07:50

Donna scomparsa a Crema, Sabrina non si trova. Le nuove ipotesi Fonte foto: Ansa
,,,,,,,