,,

Donate 1.000 ore di ferie alla mamma di una bimba malata

Un gesto di solidarietà fra colleghi che ha commosso tutti: la mamma della bimba malata risponde con una lettera aperta

A volte i colleghi di lavoro diventano una vera e propria famiglia, pronta a tendere una mano in caso di bisogno: è accaduto a Padova, tra i lavoratori dell’Ulss 6 Euganea, che in 120 hanno deciso di donare 1.000 ore di ferie solidali ad una collega che deve assistere la figlia, malata e bisognosa di cure continuative.

In Italia le ferie solidali sono state introdotte nel 2015 nel Job Act, ispirandosi al modello francese della legge Mathys (il nome è quello di un bimbo morto di tumore, al cui padre i colleghi di fabbrica hanno donato tutte le loro ore di permesso durante la malattia): permettono quindi ai genitori che devono assistere i figli malati di beneficiare di “collette” di giorni e ore di ferie e permessi da parte dei colleghi.

La dipendente dell’Ulss 6, commossa dal gesto dei colleghi, ha voluto ringraziarli con una lettera aperta:

“Ci sono molti modi per esprimere la vicinanza a una persona che soffre e il nostro lavoro ce lo dimostra ogni giorno. Piccoli, gradi gesti che per un malato o, come nel mio caso, per chi accudisce un ammalato hanno il profumo di una boccata di aria fresca in una stanza chiusa da lungo tempo. Intendo esprimervi il mio più sentito grazie per avermi consentito, grazie alle ferie solidali, di rimanere accanto a mia figlia in un momento molto difficile della sua vita e della nostra famiglia (…) Mi auguro di poter presto riprendere le mie mansioni lavorative perché il mio ritorno implicherebbe la guarigione di mia figlia, che è la cosa che spero con tutto il cuore. Grazie infinite”

VirgilioNotizie | 26-06-2019 12:29

,,,,,,,