,,

Guerra in Ucraina, le ultime notizie di oggi: Putin ordina una tregua di Natale, Kiev dice no

Le ultime notizie sulla guerra in Ucraina, minuto per minuto: tutti gli aggiornamenti in diretta del 5 gennaio 2023

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

La guerra in Ucraina è giunta oggi, giovedì 5 gennaio 2023, al giorno 315. Il presidente Volodymyr Zelensky, in un video pubblicato nella serata di ieri, ha dichiarato che “è necessario mettere fine all’aggressione russa quest’anno e non rimandare nessuna delle opportunità di difesa che possa accelerare la sconfitta dello Stato terrorista”. Secondo il Wall Street Journal Zelensky avrebbe già presentato al presidente statunitense Joe Biden una prima bozza di un possibile accordo di pace con Mosca.

Il racconto della giornata

  1. Critiche anche da Ue e Usa alla tregua unilaterale di Putin

    La tregua proposta da Vladimir Putin per il Natale ortodosso non piace a nessuno. Sono arrivate pesanti critiche da parte dell’Ucraina, dell’Unione Europea e degli Stati Uniti all’iniziativa unilaterale del presidente russo che dovrebbe scattare a mezzogiorno del 6 gennaio e terminare alla mezzanotte tra il 7 e l’8. Qua cosa ha detto lo Zar e lo scetticismo di Kiev e del blocco occidentale.

  2. Kiev respinge la tregua: "Tenetevi la vostra ipocrisia"

    Il consigliere di Zelensky, Mykhailo Podolyak, ha rispedito al mittente la tregua di Natale ordinata da Putin per i prossimi due giorni: “La Russia deve ritirarsi dai territori occupati, solo allora avrà una ‘tregua temporanea’. Tenetevi la vostra ipocrisia” ha dichiarato. Da Mosca il ministro della difesa ha replicato che “in conformità con l’ordine del presidente Putin ha dato istruzioni alle truppe per introdurre un regime di cessate il fuoco lungo l’intera linea di contatto tra le parti in Ucraina per 36 ore dalle 12 di domani alle 24 del 7 gennaio”. La tregua unilateralmente nonostante il rifiuto di Kiev.

  3. putin
    Putin ha ordinato il cessate il fuoco per il Natale ortodosso

    Vladimir Putin ha dato ordine al ministro della Difesa Serghei Shoigu di introdurre un cessate il fuoco su tutto il fronte della guerra in Ucraina. Il leader russo ha accolto la richiesta del Patriarca di Mosca Kirill circa lo stop alle ostilità in occasione della Veglia e del Natale per gli ortodossi, che cade sabato 7 gennaio 2023. La tregua andrà avanti dalle 12 del 6 gennaio alle mezzanotte del 7: “Chiediamo anche alla parte ucraina di dichiarare un cessate il fuoco e consentire ai cittadini di partecipare alle funzioni natalizie” sono le parole riportate dalle agenzie russe. Per Kiev quella del Patriarca si trattava di una “trappola cinica e di propaganda”.

  4. Kherson, uccisa una famiglia: "Questa è la bassezza e la meschinità della Russia"

    Secondo quanto riporta Ukrinform, il capo dell’ufficio del presidente dell’Ucraina Kyrylo Tymoshenko tramite Telegram ha reso noto che nella regione di Kherson un missile russo ha colpito una casa e ucciso una coppia di genitori e il figlio di 12 anni. “Questa è la bassezza e la meschinità della Russia: la mattina parlano di una ‘tregua natalizia” e a mezzogiorno uccidono l’intera famiglia” le sue parole su quanto accaduto a Berislav il giorno di Natale.

  5. Nato, Stoltenberg: "È pericoloso sottovalutare la Russia"

    Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, durante una conferenza in Norvegia ripresa da European Truth, ha dichiato che sottovalutare le ambizioni della Russia e di Putin è pericoloso: “Hanno mostrato una grande propensione a subire perdite e sofferenze. Non abbiamo segnali che il presidente Putin abbia cambiato i suoi piani e obiettivi in ​​Ucraina. Pertanto, è pericoloso sottovalutare la Russia” ha detto. Per il generale, Mosca sta preparando nuovi attacchi e che molte forze sono ancora in fase di addestramento.

  6. Kiev, pesanti bombardamenti vicino a Zaporizhzhia: 2 morti

    Il capo dell’Amministrazione militare regionale di Zaporizhia, Oleksandr Starukh, ha annunciato in un briefing riportato da Ukrinform che nella comunità di Stepnohorsk, nella regione di Zaporizhzhia, due persone sono state uccise e altre tre sono rimaste ferite a causa dei bombardamenti russi. Starukh ha detto inoltre che tra i feriti c’erano i dipendenti del consiglio del villaggio, che avevano consegnato legna da ardere alle persone.

  7. Putin, da Russia dialogo se Kiev riconosce nuove regioni

    Il presidente russo Vladimir Putin ha ribadito nella telefonata con l’omologo turco Erdogan che la Russia è aperta “a un dialogo serio” se Kiev “soddisfa le richieste note e tiene conto delle nuove realtà territoriali”. Lo afferma il Cremlino, come riporta Interfax.

  8. Cnn: droni iraniani realizzati con componenti prodotti da società Usa

    Secondo informazioni dell’intelligence ucraina ottenute in esclusiva dalla Cnn, i componenti realizzati da tredici diverse società statunitensi sono stati trovati all’interno di un drone iraniano abbattuto in Ucraina lo scorso autunno. Il rapporto della difesa diKiev, sottoposto ai funzionari del governo degli Stati Uniti alla fine dello scorso anno, mette luce sull’entità del problema che deve affrontare l’amministrazione Biden, che ha promesso di interrompere la produzione iraniana di droni che la Russia sta lanciando a centinaia in Ucraina.

  9. Erdogan
    Erdogan chiede a Putin un cessate il fuoco unilaterale

    Nel corso di una telefonata il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha chiesto a Vladimir Putin un cessate il fuoco unilaterale in Ucraina e una soluzione pacifica del conflitto. Lo riferisce la presidenza turca, secondo quanto riporta l’agenzia Tass.

  10. Usa valutano invio di corazzati Bradley

    Gli Stati Uniti stanno valutando l’ipotesi di inviare in Ucraina veicoli corazzati Bradley, dotati di potenti cannoni. Lo ha annunciato il presidente americano Joe Biden.

  11. Esplosioni nella notte a Melitopol

    Nella notte si è sentita una forte esplosione a Melitopol, città ucraina occupata dai russi. Lo riferisce l’agenzia di stampa russa Ria Novosti.

,,,,,,,,