,,

Guerra Ucraina Russia, le ultime notizie di oggi. Bombe su Soledar: "Situazione critica, moltissimi morti"

La guerra in Ucraina giunge al 322esimo giorno. Il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha annunciato che l'Italia invierà altre armi

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

La guerra in Ucraina è giunta al 322esimo giorno. Nella giornata di ieri, martedì 10 gennaio, la ministra tedesca degli Esteri Annalena Baerbock ha visitato Kharkiv. Poco dopo la sua ripartenza, i russi hanno bombardato la regione. Nel frattempo l’Onu ha confermato la morte di almeno 7mila civili dall’inizio del conflitto, un bilancio che è ancora in fase di aggiornamento e che potrebbe peggiorare. Nelle ultime ore, inoltre, l’oncologo Massimo Federico del Dipartimento di Ematologia di Kiev ha riferito all”AGI’ che Vladimir Putin soffrirebbe della sindrome di Cushing.

Il racconto della giornata

  1. Trovato il corpo di un volontario britannico

    Yevgeny Prigozhin, capo del gruppo di mercenari Wagner, detto che i suoi uomini hanno trovato il corpo di uno dei due volontari britannici dati per dispersi in Ucraina. La notizia è stata data dalla Tass. Secondo quanto riportato, sul cadavere sono stati trovati i passaporti di entrambi gli uomini, Andrew Bagshaw e Christopher Parry.

  2. Quanti soldi hanno perso gli oligarchi russi con la guerra in Ucraina

    Bloomberg, con il suo Billionaires Index ha fatto i conti in tasca agli oligarchi russi. A causa delle sanzioni occidentali, dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte del Cremlino avrebbero perso ben 330 milioni di dollari al giorno. Tra quelli che hanno perso più soldi c’è Roman Abramovič, che ha perso più della metà della sua fortuna, il 57%. Il suo patrimonio stimato è di 7,8 miliardi di dollari. Le sanzioni riguardano solo nel Regno Unito ben 1.271 cittadini russi fedelissimi di Vladimir Putin o strategici per Mosca.

  3. Kiev, Soledar-Bakhmut battaglia più sanguinosa della guerra

    La lotta per il controllo di Soledar e Bakhmut nell’Ucraina orientale è la “più’ sanguinosa” battaglia per le forze russe e ucraine dall’inizio dell’invasione nel febbraio 2022. Lo ha affermato Mykhailo Podoliak, consigliere della presidenza ucraina, in un’intervista all’Afp. “Qualunque cosa stia accadendo oggi in direzione di Bakhmut o Soledar, è lo scenario più sanguinoso di questa guerra”, ha detto il funzionario. “Molto sangue, molti duelli di artiglieria, molti combattimenti di contatto, soprattutto a Soledar oggi”, ha riassunto Podoliak, osservando che attualmente è il “punto più caldo della guerra”.

  4. Kiev, vittoria entro l'anno con i missili a lungo raggio

    L’Ucraina può’ vincere la guerra quest’anno con i missili a lungo raggio dall’Occidente. Lo dichiara la presidenza ucraina, assicurando che Kiev non attaccherà il territorio russo se l’Occidente gli fornirà questo tipo di armi.

  5. Ucraina: truppe russe bombardano ospedale pediatrico a Kherson

    Come scritto su Telegram dal capo dell’amministrazione militare regionale, Yaroslav Yanushevich, e riferito da Ukrinform, le truppe russe hanno bombardato un ospedale pediatrico a Kherson, danneggiando l’unità neonatale: “Gli occupanti russi continuano a colpire l’ospedale clinico pediatrico regionale di Kherson – ha affermato Yanushevich – Ieri sera, hanno nuovamente attaccato la struttura medica: hanno sparato contro il luogo in cui prestano assistenza medica ai neonati”.

  6. Dl Ucraina, Senato approva con 125 sì. Contrari M5S e Avs
    Con 125 voti favorevoli, 28 contrari e 2 astensioni il decreto Ucraina è stato approvato dal Senato. Il provvedimento, che proroga la cessione di materiali militari all’Ucraina fino al 31 dicembre 2023, passerà alla Camera per l’ok definitivo. Come hanno specificato poi fonti del M5s, “il gruppo del Movimento al Senato non voterà più l’invio di armi e a testa alta griderà ‘viva la pace e viva l’Ucraina'”. Insieme a loro, anche i membri di Verdi-Sinistra italiana avevano annunciato la loro contrarietà in Aula.
  7. A Soledar "situazione critica, moltissimi morti"

    Come riportato dalla CNN, un soldato ucraino impegnato nei combattimenti in corso nella città di Soledar ha definito la situazione “critica” e ha affermato che il bilancio delle vittime è così alto che “nessuno conta i morti”. “Nessuno ti dirà quanti morti e feriti ci sono”, racconta il soldato alla Cnn, “perché nessuno lo sa per certo. Non una sola persona”. “Le posizioni vengono prese e riprese costantemente. Quella che oggi era la nostra casa, il giorno dopo diventa quella di Wagner”, aggiunge il soldato che la Cnn mantiene anonimo per la sua sicurezza.

  8. Mosca: "Ucraini circondati e bombardati a Soledar"

    Secondo il ministero della Difesa di Mosca, come riportato dall’agenzia Ria Novosti, le truppe aerotrasportate russe hanno circondato le forze ucraine nella cittadina di Soledar, nel Donbass, e ora le stanno bombardando. I russi, precisa il ministero, hanno bloccato la cittadina a nord e a sud.

  9. Ucraina, Onu conferma la morte di quasi 7mila civili
    L’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha confermato la morte di 6.952 persone e 11.144 casi di feriti civili in Ucraina a seguito dell’invasione su vasta scala della Russia. L’Onu ha sottolineato che il bilancio effettivo delle vittime è molto più alto perché ci sono ritardi nel ricevere informazioni da alcuni luoghi dove sono in corso i combattimenti e molti rapporti devono ancora essere confermati. “Questo vale, ad esempio, per gli insediamenti di Mariupol (regione di Donetsk), Izyum (regione di Kharkiv), Lysychansk, Popasna e Severodonetsk (regione di Luhansk), dove, secondo i rapporti, si sono verificati numerosi casi di morte o ferimento di civili”, aggiunge l’organizzazione.
  10. Cremlino: "Non affrettarsi a dichiarare la vittoria a Soledar"

    Il Cremlino ha chiesto di “non affrettarsi” a dichiarare la vittoria a Soledar, dopo che il gruppo paramilitare russo Wagner ha affermato di aver preso il controllo della città orientale ucraina dopo mesi di intensi combattimenti. “Non dobbiamo affrettarci. Aspettiamo dichiarazioni ufficiali”, ha detto alla stampa il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, sottolineando che c’è stata “una dinamica positiva nell’avanzata” delle forze russe.

  11. Cremlino: "Difenderemo i nostri interessi di fronte a nuovi price cap"

    La Russia farà di tutto per garantire i propri interessi in caso di introduzione di nuovi massimali per i prezzi dell’energia. Lo afferma il Cremlino, citato dalla Tass.

  12. Foreign Policy: "La Turchia invia a Kiev bombe a grappolo"

    Come dichiarato a Foreign Policy funzionari Usa ed europei, la Turchia ha iniziato a inviare all’Ucraina una forma di bomba a grappolo progettata dagli Stati Uniti, arma potente e controversa dell’epoca della Guerra fredda per distruggere i carri armati russi. Le armi sono progettate per esplodere in submunizioni più piccole, possono rimanere sul campo per anni se non esplodono subito. La legge vieta agli Usa di esportarle. “Dopo che gli Usa hanno negato a Kiev l’accesso a queste munizioni, solo la Turchia poteva fornirle. Questo dimostra che Ankara è un importante sostenitore militare dell’Ucraina”, hanno spiegato le fonti.

  13. Tajani: "Siamo pronti ad inviare altre armi"

    Il ministro degli Esteri Antonio Tajani, in un intervento a ‘Radio Capital’, ha parlato della guerra in Ucraina e del ruolo dell’Italia e ha detto: “L’Italia continuerà a fare la sua parte, dunque “siamo pronti ad inviare altre armi”. Ancora: “Stiamo facendo tutto quello che possiamo, abbiamo aumentato di 10 milioni i contributi economici, inviato oltre 50 tonnellate di materiale elettrico per la ricostruzione della rete elettrica del Paese distrutta dagli attacchi russi”.

  14. "Putin ha la sindrome di Cushing", secondo un oncologo

    Secondo Massimo Federico, oncologo nonché consulente del Dipartimento di Ematologia dell’istituto nazionale di Kiev, il leader russo Vladimir Putin soffrirebbe della sindrome di Cushing. “Una malattia – spiega lo specialista – che produce anche problemi neuropsicologici tra cui insonnia, depressione e perdita di memoria, labilità emotiva”. Secondo Federico la patologia “si aggraverà nel tempo, con la metastatizzazione del tumore ad altri organi ed apparati, e con la comparsa di ulteriori complicazioni”.

,,,,,,,,