,,

Denise Pipitone, dubbi sui depistaggi: le nuove intercettazioni

Si riaccendono i sospetti sui familiari di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo 17 anni fa

Chi l’ha visto torna sulle tracce di Denise Pipitone. Nella puntata del 22 aprile la conduttrice Federica Sciarelli ha mandato in onda delle intercettazioni telefoniche di Anna Corona, l’ex moglie del padre naturale della bimba scomparsa a Mazara del Vallo, Pietro Pulizzi. Nelle chiamate tra lei, la figlia Jessica Pulizzi e altre persone avvolte dal mistero, si sentono frasi che riaccendono i dubbi sul loro coinvolgimento nella vicenda.

Piera Maggio: nel caso di Denise “lacune, incompetenza e depistaggi”

In collegamento con il programma Rai sono intervenuti Piera Maggio, madre di Denise, e l’avvocato Giacomo Frazzitta. “In tutta questa storia ci sono state solo lacune, che con il tempo non sono state chiarite, ma sono addiritturi diventate più oscure. Ho saputo della scomparsa di Denise alle 12.30 e sono arrivata a casa poco dopo, trovando già le forze dell’ordine sotto casa”, ha dichiarato la donna.

“Ci sono incompetenze da parte degli inquirenti”, ha sottolineato, “ma anche tantissimi depistaggi, che non hanno permesso di ritrovare mia figlia. Lo dico con forza da anni”. Raccontando poi che la madre di Anna Corona “ha spiegato di aver ricevuto una telefonata dalla figlia che le diceva di tornare a casa perché era successo qualcosa”, quando è scomparsa Denise Pipitone.

“Abbiamo seguito i tabulati telefonici, c’è una sola telefonata che viene ricevuta da quell’utenza e abbiamo individuato un magazzino in via Rieti”, senza corrispondenze con le due donne.

Denise Pipitone, le intercettazioni sospette di Anna Corona

“Lo sai costa succedendo a Mazara del Vallo, che è scomparsa una bambina… Io è da ieri mattina, da quando ho finito di lavorare fino a sera, che sono stata al Comando dei Carabinieri. Segui il telegiornale, e per favore lasciamo stare“, avrebbe dichiarato Anna Corona parlando con un certo Salvatore, la cui identità è ancora avvolta nel mistero.

“Salvatore per ora non voglio sapere più niente. La posso chiudere questa telefonata con te o no?”, avrebbe poi continuato la prima moglie di Pietro Pulizzi, al telefono con l’uomo non ancora identificato.

Denise Pipitone, le intercettazioni sospette di Jessica Pulizzi

Un’intercettazione ambientale registrata in commissariato fa sorgere invece dubbi sulla sorellastra della bimba scomparsa. In onda è stato trasmesso un audio in cui si sente Gaspare, l’allora fidanzato di Jessica Pulizzi, chiederle: “Che cosa le hai fatto?”. La risposta, non chiara, sembrerebbe essere: “L’ho messa dentro“. Ma l’interpretazione degli inquirenti non è univoca.

In altre registrazioni si sente Anna Corona avere dubbi nei confronti della figlia, sul suo possibile coinvolgimento nella scomparsa della bimba, oltre a conversazioni in dialetto in cui le due sembrerebbero essere in confidenza con un carabiniere di nome Peppe.

Perché si torna a parlare di Denise Pipitone dopo 17 anni

I riflettori si sono riaccesi sul caso dopo l’apparizione di Olesya Rostova, una ragazza dell’età che avrebbe oggi Denise, in un programma russo. La giovane aveva dichiarato di essere stata rapita da piccola e aver vissuto con un gruppo di nomadi fino all’ingresso in orfanotrofio. Le analisi del Dna hanno provato che non si trattava purtroppo della bimba scomparsa nel 2004.

Torna a farsi strada il sospetto che Denise Pipitone sia stata prelevata da Mazara del Vallo da persone vicine alla famiglia e del luogo, e non dai rom, come sottolineato anche di recente dalla madre Piera Maggio.

VirgilioNotizie | 22-04-2021 09:26

Olesya Rostova non è Denise Pipitone: le tappe della vicenda Fonte foto: ANSA
Olesya Rostova non è Denise Pipitone: le tappe della vicenda
,,,,,,,