,,

Decreto Sicurezza: la Consulta boccia i nuovi poteri dei prefetti

Promuove invece il Daspo urbano negli ospedali, a patto che rispetti il diritto alla salute

La Corte Costituzionale con la sentenza 195 riguardante il Decreto Sicurezza ha stabilito che è illegittimo il potere sostitutivo del prefetto nelle attività di comuni e province perché lede l’autonomia degli enti locali e contrasta con il principio di tipicità e legalità dell’azione amministrativa.

La norma, secondo le motivazioni della Corte, riportate da Adnkronos, introdurrebbe un nuovo potere prefettizio, fondato su presupposti generici ed eccessivamente discrezionali. Il prefetto avrebbe inoltre dovuto essere rispettoso della leale collaborazione: la norma censurata avrebbe dovuto prevedere l’adozione della delibera del Governo o il decreto del ministro dell’Interno.

È invece legittima l’estensione del Daspo urbano, ovvero il divieto di accedere a determinati luoghi per esigenze di decoro e sicurezza pubblica, ai presidi sanitari. A condizione che il divieto introdotto, non senza polemiche, dal Decreto Sicurezza non si applichi a chi ha bisogno di cure mediche o prestazioni terapeutiche e diagnostiche.

Nelle motivazioni della sentenza, riporta Adnkronos, si spiega che il diritto alla salute prevale sempre sulle esigenze di decoro dei luoghi e di contrasto alle condotte sanzionate in via amministrativa, come lo stato di ubriachezza, gli atti contrari alla pubblica decenza, il commercio e il parcheggio abusivo – presupposti del Daspo urbano.

VirgilioNotizie | 24-07-2019 16:14

decreto-sicurezza-salvini-corte-costituzionale-consulta Fonte foto: ANSA
,,,,,,,