,,

Decreto Rilancio, via libera in Commissione. Le novità

Approvati una serie di emendamenti, la Commissione Bilancio della Camera ha dato l'ok al decreto Rilancio

Via libera della Commissione Bilancio della Camera al dl Rilancio, il decreto da 55 miliardi che contiene misure per far ripartire l’Italia dopo le chiusure imposte dalla pandemia. Dopo la discussione, sono stati votati tutti gli emendamenti proposti.

“È il decreto legge più ambizioso della storia e ha richiesto un impegno senza precedenti”. Così su Facebook il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. Il provvedimento arriverà lunedì in aula per la prima lettura. Poi toccherà al Senato per l’approvazione definitiva.

Dl Rilancio, le novità: i bonus

Tra le principali novità approvate c’è l’estensione del superbonus al 110% anche per le seconde case, comprese le villette a schiera ma escluse le abitazioni signorili, ville o castelli. La commissione Bilancio ha approvato una riformulazione di numerosi emendamenti sul tema, riscrivendo l’intervento.

Si potrà beneficiare delle agevolazioni al massimo per due unità immobiliari. Rivisti i massimali di spesa agevolabile per gli interventi di efficienza energetica, le misure relative all’utilizzo di biomassa e estensione al teleriscaldamento ma nei comuni montani non in procedura di infrazione Ue.

È stato esteso dal 31 luglio al 31 agosto il periodo per il quale i genitori di bambini fino a 12 anni possono chiedere un congedo fino a 30 giorni (a testa) al 50% della retribuzione.

Aumentato anche il fondo per il bonus bici con ulteriori 20 milioni.

Sono stati poi stanziati 10 milioni per concedere, in un mese a scelta nel 2020, viaggi in treno e accesso ai musei gratis per gli studenti universitari.

Dl Rilancio, le novità: fondi per le zone rosse

Per i Comuni più colpiti dall’epidemia del coronavirus arrivano 40 milioni di euro. I fondi saranno ripartiti con un decreto del ministero dell’Interno e del Mef entro 30 giorni dalla conversione del provvedimento, tenendo conto sia dei Comuni diventati per almeno 15 giorni zona rossa per contenere il contagio, esclusi in un primo momento dal decreto Rilancio, sia di quelli particolarmente colpiti per numero di contagi rispetto agli abitanti, accertati al 30 giugno.

Dl Rilancio, le novità per la scuola

Nel prossimo anno scolastico le classi delle elementari potranno avere anche meno di 15 alunni. Approvato un emendamento che prevede una deroga al “numero minimo e massimo di alunni per classe” anche per gli altri livelli di istruzione, qualora fosse necessario per rispettare le regole anti Covid.

Previsti anche incarichi temporanei per docenti e personale Ata e la conclusione degli scrutini entro il termine delle lezioni.

Sono stati inoltre raddoppiati i fondi per le scuole paritarie che arrivano ora in totale a 300 milioni. Dei nuovi fondi 100 milioni vanno alla fascia 0-6 anni, 50 alle scuole primarie e secondarie.

Dl Rilancio: le novità per sport e spettacolo

Sono state prorogate fino a 3 anni le concessioni della gestione di impianti sportivi, come forma di compensazione per i danni subiti dallo sport di base per il lungo stop imposto dall’emergenza coronavirus.

Approvato anche un emendamento che estende le tutele e gli ammortizzatori sociali Covid anche ai lavoratori dello spettacolo che non beneficiano di integrazione salariale e ai lavoratori cosiddetti intermittenti.

La modifica era stata fortemente voluta dal ministro dei Beni culturali Franceschini che ha dato la propria disponibilità a finanziarlo attraverso il fondo emergenza dello spettacolo del Mibact.

Tra gli emendamenti approvati c’è anche quello per portare le pensioni di invalidità totale ad almeno 516 euro e quello che propone Bergamo e Brescia come capitali italiane della cultura per l’anno 2023.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-07-2020 23:51

camera-dl-rilancio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,