,,

De Santis, è caccia al killer a Lecce: spunta un sospetto

Vanno avanti le indagini a Lecce sull'omicidio del giovane arbitro di C Daniele De Santis e della compagna Eleonora Manta

Continuano senza sosta le indagini sull’omicidio di Eleonora Manta e del suo compagno Daniele De Santis, uccisi lunedì sera a Lecce nell’appartamento in cui erano appena andati a vivere insieme. Ci sarebbe un possibile sospetto. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, mercoledì pomeriggio sarebbe stato sentito a lungo in Procura un edicolante di uno dei paesi della provincia di Lecce, Aradeo. Anche se gli inquirenti hanno smentito.

Un uomo di 37 anni che si chiamerebbe Andrea, come il nome gridato da Eleonora Manta prima di venire uccisa. Testimoni hanno raccontato agli investigatori di averla sentita gridare “Andrea no, Andrea” prima che venisse uccisa.

Andrea è un nome ricorrente nell’indagine, dato che si chiama così anche il principale testimone, che abita l’appartamento accanto a quello in cui si trovavano i due fidanzati uccisi e che ha visto la 30enne agonizzante e l’assassino in fuga. Un uomo con un coltello in mano, il cappuccio di una felpa nera calato sulla testa, guanti neri e uno zainetto giallo sulle spalle.

Nonostante la smentita degli inquirenti, secondo quanto riporta l’Ansa fonti vicine alle indagini parlano con insistenza di una persona che sarebbe al centro dell’attenzione degli investigatori. Anche se non sappiamo se si tratti dell’edicolante.

Sul movente gli inquirenti non si sbilanciano e non confermano né smentiscono l’ipotesi che possa trattarsi di un delitto passionale. La sensazione però è che gli investigatori stiano seguendo una pista concreta.

Di certo c’è che il killer si è accanito con ferocia sui due fidanzati, colpendoli con decine di coltellate, come confermato dall’autopsia. Non con un semplice coltello, ma con un coltellaccio da macellaio o un machete.

E che molto probabilmente Eleonora Manta e Daniele De Santis, lei funzionaria Inps di 30 anni, lui 33enne arbitro in serie C, conoscevano l’omicida e lo hanno fatto entrare in casa, attorno all’ora di cena. Secondo quanto ricostruito finora, il killer si sarebbe prima avventato sulla donna e poi sul compagno, intervenuto in sua difesa. De Santis avrebbe poi tentato di scappare ma sarebbe stato raggiunto e ucciso sulle scale del condominio.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-09-2020 08:47

De Santis e fidanzata uccisi a coltellate. Il luogo del delitto Fonte foto: Ansa
De Santis e fidanzata uccisi a coltellate. Il luogo del delitto
,,,,,,,