,,

Cuneo, lo scambiano per un animale e gli sparano: cacciatore 33enne morto durante una battuta di caccia

Un 33enne a Cuneo è stato colpito e ucciso da un colpo partito da un altro calciatore che lo ha scambiato per un animale

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Finisce in tragedia una battuta di caccia organizzata tra i boschi sulle colline di Baldissero d’Alba, in provincia di Cuneo. Un cacciatore di 33 anni è stato ucciso da un proiettile sparato da un altro componente della battuta, che ha aperto il fuoco scambiandolo per un capriolo. L’uomo è deceduto nonostante l’intervento del 118. Ne dà notizia l’Ansa.

Cuneo, lo scambiano per un animale e gli sparano: morto cacciatore

Scambiato per un capriolo e colpito da un proiettile durante una battuta di caccia. È morto così Luca Osella, 33 anni di Carmagnola. La tragedia è avvenuta venerdì mattina tra i boschi di Baldissero d’Alba, quasi al confine con il territorio comunale di Ceresola, nel Cuneese.

Mentre stava camminando nei boschi assieme ad un amico, l’uomo è stato raggiunto da un proiettile partito dal fucile di un terzo cacciatore, che faceva parte di un altro gruppo.

Sentendo i rumori dei passi sulle foglie e vedendo muoversi una sagoma, l’uomo, 65 anni, ha preso la mira ed ha sparato. “Non credevo potesse essere un altro cacciatore”, ha spiegato ai carabinieri.

La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio degli inquirenti, la Procura di Asti ha aperto un fascicolo sull’accaduto. I carabinieri della compagnia di Bra, al lavoro per ricostruire quanto successo, hanno sequestrato il fucile da cui è partito il colpo mortale.

Cuneo, lo scambiano per un animale e gli sparano: chi è la vittima

La vittima del tragico incidente di caccia è Luca Osella, 33enne di Carmagnola. Di professione elettricista, aveva la passione per la caccia, ereditata dal padre, e frequentava spesso i boschi del Cuneese assieme al suo cane.

Il giovane viveva e lavorava con la moglia e Carmagnola, dove era molto conosciuto. I due si erano sposati nel settembre scorso.

Cuneo, lo scambiano per un animale e gli sparano: la ricostruzione

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Luca Osella di buon ora era partito dalla sua casa assieme ad un altro cacciatore per una battuta di caccia al capriolo.

Attorno alle 7,30, mentre camminava tra i boschi, è stato raggiunto dal proiettile partito dal fucile di un altro cacciatore che stava partecipando ad una battuta al cinghiale insieme con altri amici. A quanto pare nessuno dei due gruppi aveva notato la presenza dell’altro.

Così il cacciatore 65enne, sentendo un rumore di foglie pestate e attribuendolo ad uno dei tanti animali che popolano la zona, ha imbracciato il fucile ed ha sparato. Il colpo ha raggiunto Osella al costato, non lasciandogli scampo.

Cacciatore morto Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,