,,

Crisi di governo, trattativa M5S-PD: Calenda si dimette

Carlo Calenda ha pubblicato sul sito di Siamo Europei una lettera indirizzata a Zingaretti e Gentiloni

Carlo Calenda ha deciso di rassegnare le dimissioni dalla Direzione Nazionale del Partito Democratico, alla luce della trattativa tra PD e M5S per la formazione di un nuovo governo.

Sul sito di Siamo Europei, Calenda ha pubblicato una lettera destinata a Nicola Zingaretti e Paolo Gentiloni. La missiva inizia così: “Caro Nicola, Caro Paolo, vi prego di voler accettare le mie dimissioni dalla Direzione Nazionale del Partito Democratico. È una decisione difficile e sofferta”.

Poi, la spiegazione della sua decisione: “Dal giorno della mia iscrizione ho chiarito che non sarei rimasto nel partito in caso di accordo col M5S. Penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti. Questo è il caso del M5S. Le ragioni le abbiamo spiegate ai nostri elettori talmente tante volte che non vale la pena ripeterle qui. Non saranno 5 o 10 punti generici a far mutare natura a chi è nato per smantellare la democrazia rappresentativa cavalcando le peggiori pulsioni antipolitiche e cialtronesche di questo Paese. Sapete bene che nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio“.

Nella lettera si legge ancora: “Mi domando come possiate pensare di affrontare un Governo con i 5S, in un momento così difficile per tutto l’Occidente, con un partito già sostanzialmente in pezzi e pronto a esplodere in ogni istante al manifestarsi di convenienze personali”. Poi, su Matteo Salvini: “Senza dubbio l’apertura ai 5S ha spiazzato Salvini, costringendolo ad una precipitosa ritirata. Ma è stata solo una ‘vittoria di Pirro’ ottenuta a un prezzo esorbitante. Abbiamo rimesso al centro della scena il M5S, che infatti sta già ricrescendo nei sondaggi, e confermato nei cittadini l’idea che siamo pronti a tutto pur di ritornare al Governo”.

Sul suo futuro, Calenda ha infine precisato: “Lavorerò in Europa nel gruppo SeD, mentre in Italia rafforzerò Siamo Europei per dare una casa a chi vuole produrre idee concrete per una democrazia liberal-progressista adatta a tempi più duri e non ha paura del confronto con i sovranisti. Cercherò di mobilitare forze nuove”.

VIRGILIO NOTIZIE | 28-08-2019 15:12

Consultazioni, secondo giro: le immagini di tutti gli incontri Fonte foto: Ansa
Consultazioni, secondo giro: le immagini di tutti gli incontri
,,,,,,,