,,

Siracusa, Salvini tra rosario e santini: dure contestazioni

Fischi e insulti per il vicepremier che ha mostrato il rosario e baciato un santino passato dal pubblico

Matteo Salvini, dopo le contestazioni a Catania, ha incassato anche fischi e insulti a Siracusa, dove ha concluso il comizio mostrando il rosario stretto in un pugno e baciando un santino che gli è stato passato dal pubblico.

Tra gli striscioni esposti in prima fila, “Salvini fascista, historia docet” e “Olocausto mediterraneo”. I sostenitori con bandiere della Lega hanno, invece, risposto scandendo lo slogan “Matteo, Matteo” per poi accogliere con applausi il capo del Carroccio.

Salito sul palco con oltre un’ora di ritardo sul programma, Salvini è stato accolto in piazza in un caos generalizzato. “Siete liberi di ospitare cento migranti a testa a casa vostra”, ha detto Salvini ai contestatori, che ha definito “nostalgici della falce e del martello”.

Infine, Salvini ha mostrato al pubblico il crocifisso del rosario, ha baciato un santino e ha posato per i selfie con i sostenitori sul palco. L’ultimo riferimento religioso del vicepremier era stato lo scorso 5 agosto, quando aveva ringraziato “la Vergine Maria” per l’approvazione del dl Sicurezza bis.

E non è stata l’unica contestazione contro il vicepremier, anche a Vittoria i protestanti si sono mobilitati.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-08-2019 10:29

Salvini a Catania, nuove tensioni: proteste e lanci di bottiglie Fonte foto: Facebook
Salvini a Catania, nuove tensioni: proteste e lanci di bottiglie
,,,,,,,