,,

Crisi di Governo, ipotesi elezioni anticipate: le date possibili

Le tre date possibili per le eventuali elezioni anticipate in caso di crisi di governo

La crescente tensione interna al Governo tra i due alleati Lega e Movimento 5 Stelle, acuita dalla bocciatura al Senato della mozione M5S sulla Tav, ha fatto tornare di grande attualità l’ipotesi di una crisi di governo e conseguenti elezioni anticipate.

Il “Corriere della Sera”, oltre a riportare l’ultimo sondaggio Ipsos risalente al 31 luglio, che vede la Lega al 36% dei consensi in questo momento nel Paese, ha fatto il punto sulle possibili date utili per l’eventuale nuovo voto. Le tre possibili date individuate per le eventuali nuove elezioni anticipate sono: 13 settembre 2019 (nell’eventualità in cui le Camere dovessero essere sciolte a ridosso di Ferragosto), 20 ottobre 2019 (se le Camere dovessero essere sciolte tra il 20 e il 22 agosto) e 27 ottobre 2019 (se la crisi dovesse essere formalizzata entro il 27 o 28 settembre).

Nella giornata odierna, il premier Giuseppe Conte ha avuto un colloquio col Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ma nell’occasione non si è parlato né di apertura di una crisi di governo né di dimissioni. La Lega, intanto, ha già fatto sapere che “l’unica alternativa a questo governo è ridare la parola agli italiani con nuove elezioni”.

VIRGILIO NOTIZIE | 08-08-2019 15:08

Tav in Senato, alta tensione nel Governo: tutte le dichiarazioni Fonte foto: Ansa
Tav in Senato, alta tensione nel Governo: tutte le dichiarazioni
,,,,,,,