,,

Crisi di governo, direzione PD: Zingaretti apre al Conte bis

Dai dem via libera al nuovo governo giallo-rosso. In serata il nome del premier incaricato

Stasera verrà indicato il nome del premier incaricato: la direzione del Pd ha dato mandato al segretario Nicola Zingaretti a dare la disponibilità nelle consultazioni a verificare le possibilità di un nuovo governo con un mandato esplorativo. Secondo quanto riferisce SkyTg24 tutti i componenti della direzione, tranne il senatore Matteo Richetti, hanno votato a favore della relazione di Zingaretti.

La strada sembra tracciata: nel pomeriggio Pd e M5S chiederanno al presidente della Repubblica di affidare un mandato esplorativo a Giuseppe Conte, in modo da avere altro tempo per chiudere l’accordo di governo e permettere la consultazione online degli iscritti cinquestelle.

La direzione dem si è riunita poco dopo le 10, al termine del nuovo incontro tra le delegazioni del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle, richiesto dopo la battuta d’arresto di ieri sera dovuta all’annuncio di Di Maio di affidare l’esito dell’alleanza fra M5s e Pd alla piattaforma Rousseau.

“Noi abbiamo accettato il peso della responsabilità nei confronti del Paese. Chiederemo una discontinuità”, ha detto il segretario dem davanti ai suoi. “Potevamo scegliere diversamente? Forse. A partire dalla figura del premier. Ma – ha detto Zingaretti –  abbiamo deciso di aprire alla scelta di Conte perché così ha deciso il M5S”.

Nella sua relazione Zingaretti ha spiegato che il contratto di governo con un premier arbitro è “una formula che non poteva reggere” perché “non si può governare senza una visione condivisa”. Per questo il leader dem ha invocato un modello diverso di governo, di legislatura, con  “equilibri accettabili per tutti“.

Per il Pd, ha detto Zingaretti, “ci sono due premesse alle quali non possiamo né intendiamo rinunciare e sulle quali insistiamo. Un governo nuovo, anche nei profili, e una svolta nei contenuti. Erano e sono condizioni di buon senso, fosse solo per convincere una maggioranza degli italiani che tutto quanto stiamo provando a costruire non è una manovra di palazzo, o una staffetta tra i protagonisti”.

Con un lungo applauso la direzione Pd ha accolto la conclusione della relazione di Zingaretti e approvato la richiesta di andare al Quirinale con la disponibilità del partito a formare un nuovo governo con i cinquestelle. “Una straordinaria prova di unità“, ha detto il presidente del Pd Paolo Gentiloni al termine della direzione.

“La direzione ha dato un mandato in pratica all’unanimità al segretario, stasera ci sarà il nome del premier incaricato, poi c’è tanto lavoro da fare. La strada è ancora lunga”, ha annunciato Graziano Delrio, capogruppo Pd alla Camera.

La delegazione del Partito Democratico salirà al Quirinale nel quarto giorno delle consultazioni alle ore 16, seguita da quelle di Forza Italia e Lega. Alle 19 l’ultimo incontro di Mattarella con la delegazione del M5S.

VIRGILIO NOTIZIE | 28-08-2019 11:54

Crisi di governo, M5S e Pd verso Conte bis: il toto ministri Fonte foto: Ansa
Crisi di governo, M5S e Pd verso Conte bis: il toto ministri
,,,,,,,