,,

Covid, Veneto nel panico: oltre 5 mila nuovi positivi in 24 ore

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, si è detto preoccupato perché la sua Regione "è ancora in zona gialla. L'unica salvezza è il vaccino"

I positivi in Veneto, nelle ultime 24 ore, superano quota 5 mila, precisamente 5.098. I decessi sono 110, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono scesi di due unità, scalando a 373. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Luca Zaia, ripreso dall’Ansa.

Luca Zaia ha spiegato che l’incidenza dei positivi in Veneto è dell’8,41%. Il governatore ha aggiunto di essere preoccupato dal fatto di “essere in zona gialla: che nessuno pensi che sia un gioco a premi. Se non governiamo il processo, sarà il processo a governare noi”.

Veneto, boom di contagi. Allarme di Zaia: “Vaccino unica salvezza”

Per quel che riguarda il vaccino, Zaia ha detto che “sembra che arriverà dall’Epifania: a costo di farlo h24 dobbiamo vaccinare per primi tutti gli ospiti anziani delle Rsa”.

Secondo il piano nazionale di vaccinazione “ci saranno tre lotti – ha aggiunto -: il primo da gennaio a marzo riguarderà appunto gli ospiti delle Rsa e gli over 80 e gli operatori della sanità, il secondo da marzo a luglio ed il terzo da luglio a settembre, partendo dagli anziani e via via con i più giovani. E per settembre dovremo aver vaccinato tutti i veneti, ovviamente quelli che lo vorranno”.

E ancora: “Il vaccino rischia di essere l’unica ancora di salvezza che abbiamo la certificazione Ema ci vuole”.

Zaia ha ricordato che “l’Italia ha scelto Pfizer e Moderna“, ma che sono 5 i vaccini “che si stanno somministrando nel mondo e che hanno modalità concettualmente diverse”.

Veneto, l’annuncio di Zaia: “Abbiamo già acquistato qualche milione di siringhe”

Il governatore ha detto inoltre che la Regione ha preso “qualche milione di siringhe per il vaccino. Se servono, ce le abbiamo. La vaccinazione si fa con una gestione di una regia nazionale. Non diciamo che il Veneto fa da sé, ma ho l’ansia che manchi il martello o il chiodo. Visto che in questo Paese una volta manca uno e una volta l’altro, ci siamo mossi”.

Quindi, una battuta sugli utenti social: “Capisco che all’università di Facebook si sono laureati in molti, ma noi non abbiamo bisogno di questi laureati“.

VirgilioNotizie | 12-12-2020 14:08

Regioni in zona rossa, arancione e gialla: cosa si può fare Fonte foto: Ansa
Regioni in zona rossa, arancione e gialla: cosa si può fare
,,,,,,,