,,

Covid, Stefania Sandrelli contro la riapertura dei cinema

Stefania Sandrelli si è detta contraria alle riaperture dei cinema perché "è per sua definizione assembramento"

L’attrice Stefania Sandrelli ha parlato della sua esperienza durante la pandemia, mettendo a nudo la propria vulnerabilità. All’agenzia LaPresse, l’attrice ha confidato: “Questo ultimo anno di pandemia mi ha infragilito. Ho paura di quel che non conosco. Devo essere sincera, durante la prima fase della pandemia non avevo percepito la gravità e la pesantezza della situazione”.

Quanto alle riaperture, in particolare quelle dei cinema che hanno ripreso le loro attività dal 26 aprile per effetto dell’ultimo decreto, Stefania Sandrelli si è detta contraria: “Mi dispiace dirlo perché è la mia prima passione, ma credo sia una delle ultime cose che si debbano riaprire”.

Per l’attrice, “il cinema è per sua definizione assembramento. Non si può immaginare il cinema distanziato, è bello proprio perché si fa a spallate per assistere a una proiezione: secondo me è questo il senso del cinema”.

Parere opposto, invece, per quanto riguarda la riapertura dei teatri: “Ci si accorgerà presto di quanto la gente senta la mancanza di teatro, musica e concerti, che sono vero nutrimento per lo spirito. Credo che il teatro possa ripartire in modo comodo e sicuro, sia per il pubblico che per i teatranti”.

L’attrice ha poi confessato: “Questa pandemia mi ha mostrato chiaramente che pensavo di essere molto più coraggiosa di quanto in verità ho verificato di essere”.

VirgilioNotizie | 16-05-2021 15:03

Riaperture, a Milano coda all'alba per entrare al cinema Fonte foto: ANSA
Riaperture, a Milano coda all'alba per entrare al cinema
,,,,,,,