,,

Covid, quando finirà la pandemia? L'Oms si sbilancia: "Non ci siamo ancora, ma la fine è a portata di mano"

Il direttore dell'Oms Ghebreyesus vede la fine della pandemia vicina, ma avvisa: "Non smettiamo di correre"

Pubblicato il:

La pandemia da Covid-19 tiene il mondo col fiato sospeso da oltre due anni e mezzo e, ogni giorno sempre più, la speranza è quella di mettersi il prima possibile alle spalle questa brutta esperienza col virus venuto dalla Cina. A ogni bollettino su contagi e decessi aumenta l’ottimismo per la chiusura di questo capitolo duro per la sanità globale, con l’Organizzazione Mondiale della Sanità che si è sbilanciata sulla conclusione della pandemia.

Oms, fine della pandemia vicina

A svelare il punto di vista dell’Oms sulla situazione Covid-19 ci ha pensato il direttore Tedros Adhanom Ghebreyesus, che ha analizzato l’andamento di contagi e decessi dando un parere dell’organizzazione sulla fine della pandemia.

Ghebreyesus, infatti, ha sottolineato che il numero dei morti a causa del virus è diminuito drasticamente nelle ultime settimane, con i dati che evidenziano come i numeri siano al di sotto di quanto successo a marzo 2020. Il direttore dell’Oms ha quindi spiegato: “Non siamo mai stati in una posizione migliore per porre fine alla pandemia. Non ci siamo ancora, ma la fine è a portata di mano“.

Covid, quando finirà la pandemia? L'Oms si sbilancia: Fonte foto: ANSA
Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore dell’Oms

Cosa manca alla fine della pandemia

Il direttore dell’Oms, incalzato in conferenza stampa con domande sulla fine della pandemia, ha quindi specificato: “Un maratoneta non si ferma quando vede il traguardo vicino, corre più forte con tutta l’energia che gli resta”.

Ghebreyesus, quindi, ha voluto ancora una volta sottolineare che non bisogna abbassare la guardia contro il virus: “Possiamo vedere il traguardo, siamo in una posizione vincente. Ma ora è il momento peggiore per smettere di correre”. Secondo Ghebreyesus serve ancora pazienza e, soprattutto, attenzione.

E mentre il Covid-19 impensierisce di meno, l’Oms ha lanciato l’allarme polio.

Ok dall’Aifa per nuovi vaccini

Intanto l’Aifa ha approvato i nuovi vaccini adattati contro le sottovarianti Omicron 4 e 5, dopo il primo via libera al vaccino adattato contro Omicron 1 (qui vi abbiamo parlato del via libera dell’Ema).

La Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia del farmaco ha ribadito che la popolazione a maggior rischio di sviluppare malattia grave, per la quale quindi la dose booster è raccomandata in via prioritaria, “è rappresentata dai soggetti che presentano fattori di rischio e dagli over 60. Tutti gli altri soggetti possono comunque vaccinarsi con la dose booster su consiglio del medico o come scelta individuale”.

TAG:

oms Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,