,,

Covid, Cogne: 65% dei contagiati perdono gli anticorpi in 6 mesi

Uno studio rivela che a Cogne (Valle d'Aosta) 2 persone su 3 entrate in contatto con il Covid hanno perso gli anticorpi in 6 mesi

In sei mesi, 2 abitanti su 3 di Cogne (circa il 65% delle persone entrate a contatto con il coronavirus durante la prima ondata della pandemia) hanno perso le difese immunitarie sviluppate. Due di loro si sono nuovamente contagiati, in un caso finendo poi in terapia intensiva.

Il dato, come riferisce l’Ansa, emerge da uno studio condotto sulla popolazione del paese ai piedi del Gran Paradiso voluto dall’amministrazione comunale e condotto da Fabio Truc, fisico che si occupa di oncologia sperimentale all’Università Parigi XIII, e da Gianpiero Gervino, del dipartimento di Fisica dell’Università di Torino.

Covid: i numeri dello studio condotto a Cogne

I numeri: nel giugno 2020, su circa 1.300 cittadini di Cogne, 850 avevano aderito allo screening. In 31 erano risultati positivi al test sierologico. Di queste 31 persone soltanto 5 avevano riscontrato sintomi. Nessun caso grave fu diagnosticato.

Le persone risultate positive all’esame sierologico di giugno si sono sottoposte a un nuovo esame a dicembre. In questo frangente si è scoperto che le difese immunitarie erano sparite in due casi su tre.

“I sintomatici hanno perso gli anticorpi come tutti gli altri. La risposta immunitaria dell’organismo al virus è molto soggettiva”, spiega Truc.
Visti i numeri della seconda ondata a Cogne, emerge come sia stato il “lockdown precoce”, scattato il 4 marzo in paese (rispetto a quello nazionale del 10), a limitare il numero dei contagi in primavera, e non una componente genetica come ipotizzato in precedenza.

VirgilioNotizie | 12-01-2021 18:36

Covid, ottimismo per il vaccino italiano ReiThera: quando arriva Fonte foto: ANSA
Covid, ottimismo per il vaccino italiano ReiThera: quando arriva
,,,,,,,