,,

Covid Brescia, morta 39enne: "Era no vax convinta". Sua madre è grave

Una mamma di due figli, "no vax" per scelta, è morta a causa del Covid: non aveva malattie pregresse

Niente vaccino. Un no convinto maturato ancor prima dell’avvento del Covid. Agnese, 39enne di Piancogno (Brescia), si è contagiata. Il coronavirus l’ha colpita in modo duro, uccidendola. È morta in un letto di terapia intensiva in ospedale a Milano dopo alcuni giorni di coma e dopo essere peggiorata in modo repentino. Da Brescia era stata quindi trasferita nel capoluogo lombardo per un disperato tentativo dei medici di salvataggio che non è però andato in porto.

La storia di Agnese l’ha raccontata Il Giornale di Brescia: mamma di due bambini di due e sette anni, non aveva voluto vaccinarsi. Per una scelta precisa. Oltre a lei anche il marito e i genitori si erano infettati nelle scorse settimane. La madre della 39enne è attualmente ricoverata in condizioni gravi, ma in via di miglioramento, agli Spedali Civili di Brescia. Il quotidiano locale della Leonessa informa che quest’ultima non è ancora stata messa al corrente della morte della figlia.

“Era una no vax convinta. Non da manifestazioni di piazza, ma è sempre stata contraria ai vaccini anche prima del Covid”. Si tratta della testimonianza raccolta sempre da Il Giornale di Brescia di chi conosceva bene la 39enne che non risulta avesse patologie pregresse.

In passato aveva manifestato contrarietà anche in occasione delle vaccinazioni obbligatorie in età pediatrica per i figli. Dalla scoperta della positività al decesso, il percorso è stato rapidissimo. La 39enne era tornata da una vacanza in famiglia e, dopo tampone, ecco l’esito: contagiata.

In meno di due settimane il quadro clinico di Agnese è precipitato, con il drammatico epilogo delle scorse ore: morte. “Siamo angosciati a sapere che ci sono a casa due bambini piccoli rimasti senza la loro mamma”. Così il nonno materno, imprenditore edile della Vallecamonica, riferito a chi in queste ore si sta mettendo in contatto con la famiglia di Agnese.

Nelle scorse ore il padre e il marito della 39enne sono considerati guariti e i loro nomi da ieri non sono più nelle liste dei pazienti positivi firmate da Ats della Montagna che fa riferimento al territorio della Vallecamonica.

“È assurdo che una donna così giovane possa morire di Covid. È la vittima più giovane per la nostra comunità dall’inizio della pandemia”, dichiara il sindaco di Piancogno Francesco Sangalli. “Agnese aveva le sue idee sui vaccini. Era però una donna solare, molto legata alla famiglia che era conosciuta nonostante fosse molto riservata”, conclude Sangalli.

VirgilioNotizie | 09-09-2021 10:43

Covid, il vaccino è pericoloso? Cosa dicono i numeri Fonte foto: ANSA
Covid, il vaccino è pericoloso? Cosa dicono i numeri
,,,,,,,