,,

Mes, cos'è il Meccanismo Europeo di Stabilità o Fondo Salva Stati

Tutto quello che c'è da sapere sul Meccanismo Europeo di Stabilità, o Fondo Salva Stati

Il Mes, cioè il Meccanismo Europeo di Stabilità, altrimenti chiamato Fondo Salva Stati, è al centro del dibattito politico in questi ultimi giorni, che vede tra i suoi principali protagonisti il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il leader della Lega Matteo Salvini. Si tratta di una sorta di paracadute a livello europeo che scatta in caso di crisi finanziaria di un Paese incluso nell’Eurozona, istituito nel luglio 2012.

Nel prossimo EuroSummit del 13 dicembre è prevista la decisione finale sulla revisione del trattato istitutivo del Mes, che assumerebbe nuove funzioni e nuovi poteri.

Per modificare il trattato è necessaria l’unanimità e, quindi, l’accordo politico di tutti i capi di Stato e di Governo. Il testo, poi, deve essere sottoposto all’approvazione di tutti i vari Parlamenti nazionali.

Le novità previste dalla riforma del Mes

Come evidenziato da ‘Ansa’, l’innovazione principale allo studio per la riforma del Mes è quella che vede il fondo assumere la funzione di paracadute finale (backstop) del fondo di risoluzione unico delle banche (SRF).

Si tratta, nello specifico, di una linea di credito da 70 miliardi, a cui i Paesi potranno accedere qualora i loro fondi nazionali per le risoluzioni bancarie non siano sufficienti.

Un’ulteriore novità è l’introduzione di linee di credito precauzionali più efficaci, ossia utilizzabili nel caso in cui un Paese sia colpito da uno shock economico e voglia evitare di finire sotto stress sui mercati. Non si dovrà firmare un Memorandum, ma si firmerà una lettera d’intenti che assicura il rispetto delle regole del Patto di stabilità.

Ciò, scrive ‘Ansa’, potrebbe essere un problema per Paesi ad alto debito, costretti a ridurlo forzosamente per accedere ai fondi. Per l’Italia, però, non sarebbe un’opzione, in quanto una delle clausole è non avere squilibri eccessivi e l’Italia è sotto monitoraggio dell’Unione Europea da anni per il debito.

Tra le altre novità previste, poi, c’è la controversa riforma delle “clausole di azione collettiva” (Cacs) negli eventuali casi di ristrutturazione del debito sovrano di uno Stato membro.

Dal 2022, sarà più semplice ottenere l’ok della platea degli azionisti per approvare la ristrutturazione di un debito sovrano, perché ci sarà bisogno di una maggioranza unica e non di una maggioranza doppia come adesso.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-11-2019 12:49

Mes, cos'è il Meccanismo Europeo di Stabilità o Fondo Salva Stati Fonte foto: Ansa
,,,,,,,