,,

Cos'è il mieloma: i sintomi, le cause, la diagnosi e la terapia

I sintomi, le cause, la diagnosi e le possibili terapie: tutto quello che c'è da sapere sul mieloma multiplo, anche noto semplicemente come mieloma

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il mieloma multiplo, anche noto semplicemente come mieloma, è un tipo di tumore che, stando a quanto si legge sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità, ogni anno fa registrare in Italia 6,6 nuovi casi ogni 100.000 persone negli uomini e 4,5 nuovi casi ogni 100.000 persone nelle donne.

Lo stesso sito dell’Istituto Superiore di Sanità fornisce un quadro completo sul mieloma, definendo le cause, i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Cos’è il mieloma

Il mieloma multiplo o, semplicemente, mieloma, è una forma di tumore.

Essa “si sviluppa da alcune cellule del sangue che si trovano nel midollo osseo“, cioè “il tessuto spugnoso, presente nella parte centrale di alcune ossa, che ha il compito di produrre le cellule del sangue”.

Nel mieloma, risultano “alterate le plasmacellule, cellule specializzate nella produzione degli anticorpi o gammaglobuline. L’eccessiva riproduzione delle plasmacellule determina l’espansione del midollo osseo fino a provocare il rigonfiamento e, talvolta, la frattura delle ossa stesse e un aumento degli anticorpi nel sangue”.

Il mieloma è noto anche come mieloma multiplo perché “si presenta spesso in molte zone del corpo“.

MielomaFonte foto: 123RF - designua

Le cause

Sebbene non si conoscano ancora la causa del mieloma, l’Iss sottolinea che la malattia si manifesta più comunemente in:

  • persone con un numero eccessivo di gammaglobuline nel sangue (gammopatia monoclonale di significato incerto, MGUS)
  • uomini
  • adulti sopra i 60 anni (la maggioranza dei casi è diagnosticata verso i 70 anni di età, mentre sono rari i casi al di sotto dei 40 anni)
  • persone di colore (la frequenza del mieloma è circa il doppio nelle persone di pelle nera rispetto a quelle di pelle bianca e alla popolazione asiatica).

I sintomi

Le aree più comunemente colpite dal mieloma sono:

  • colonna vertebrale
  • cranio
  • bacino
  • costole

Quando sono presenti, i sintomi del mieloma comprendono:

  • dolore fisso o sensazione di ossa molli in zone particolari del corpo
  • fragilità ossea, con facilità alla frattura dell’osso
  • stanchezza, debolezza e fiato corto causati dalla anemia
  • infezioni ripetute
  • lividi e sanguinamenti, come sangue dal naso, dalle gengive o mestruazioni abbondanti.

Tali sintomi sono comuni anche ad altre malattie ma, se dovessero manifestarsi, l’Iss consiglia di rivolgersi al proprio medico.

La diagnosi

Può capitare che, nelle fasi iniziali, il mieloma non determini alcun sintomo. In questi casi, sottolinea l’Iss, la diagnosi avviene in occasione di analisi del sangue o delle urine effettuate per altri motivi, dalle quali emerge un aumento anomalo della quantità di gammaglobuline.

Nel caso in cui ci dovesse essere il sospetto della presenza di un mieloma, il medico potrebbe prescrivere specifiche analisi del sangue e delle urine, in grado di identificare le proteine anomale prodotte dalle cellule di mieloma.

Nell’eventualità in cui i risultati delle analisi dovessero essere alterati, il medico richiederà una visita dall’ematologo per ulteriori accertamenti e per le cure più adatte.

Le cure

Per il mieloma, ha reso noto l’Iss, esistono diversi schemi di chemioterapia che usano diverse combinazioni di farmaci (melfalan, prednisone, ciclofosfamide, vincristina, doxorubicina). A essi si aggiungono nuovi medicinali, come: talidomide, lenalidomide, bortezomib, pomalidomide.

Talvolta è possibile ricorrere alla radioterapia localizzata e, più raramente, alla chirurgia. Per il trattamento del danno osseo possono essere impiegati i bifosfonati. Nei casi più avanzati è possibile far ricorso al trapianto di cellule staminali.

Mieloma Fonte foto: 123RF - nemeslaszlo
,,,,,,,