,,

Covid, la previsione di Ippolito fino al 2022: la data chiave

Per Giuseppe Ippolito lo stop agli assembramenti durerà per tutto il 2021: usciremo dall'emergenza solo nel 2022

Mentre la fine del 2020 è alle porte e si avvicina il 2021, c’è chi pensa a fare previsioni che si spingono fino al 2022: si tratta di Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dello Spallanzani di Roma. In un’intervento al webinar “Piano dei vaccini anti Covid nel Lazio”, Ippolito ha spiegato cosa aspettarsi nei prossimi anni in merito all’emergenza coronavirus.

“Nonostante la vaccinazione – ha dichiarato il direttore dello Spallanzani – non possiamo pensare che torneremo ai sistemi come erano prima. Quei livelli di assembramento non sono più possibili“, ha sottolineato. Dello stesso avviso altri due esperti, Matteo Bassetti e Massimo Galli.

La previsione sui prossimi anni, quindi, è questa:”Il virus ci terrà compagnia fino al primo trimestre 2022“. La data chiave, così, è fissata a marzo 2022.

Oltre alla previsione sul 2022, secondo cui il coronavirus non sparirà fino a marzo di quell’anno, Ippolito ha parlato anche delle differenze tra il virus Sars-CoV-2 e quello influenzale. In particolare, si è soffermato sul dato delle vittime.

La percentuale di decessi per Covid è tre volte più alta dell’influenza – ha dichiarato Ippolito – abbiamo il doppio dei ricoveri in terapia intensiva e mentre l’influenza può essere gestita a casa, per il Covid abbiamo avuto bisogno di ospedalizzazione che nelle forme benigne è stata il doppio dell’influenza”.

“La rapidità con cui questa malattia si è diffusa – ha concluso l’esperto – è parallela alla rapidità con cui le istituzioni si sono trovate ad affrontare l’emergenza. Il Lazio ha fatto un gradissimo lavoro”.

VirgilioNotizie | 30-12-2020 11:34

Addio 2020: le foto simbolo di un anno che ci ha cambiato la vita Fonte foto: ANSA
Addio 2020: le foto simbolo di un anno che ci ha cambiato la vita
,,,,,,,