,,

Coronavirus, il ruolo del testosterone: la scoperta italiana

Carlo Foresta ha spiegato perché gli uomini si ammalano più delle donne e in forma più grave

I numeri parlano chiaro: la mortalità di coronavirus degli uomini è più che doppia rispetto a quella delle donne. A dirlo è uno studio condotto in Cina e pubblicato sulla rivista Frontiers of Public Health. A fare chiarezza sui motivi che rendono gli uomini più vulnerabili delle donne al coronavirus ci ha pensato Carlo Foresta, docente di Endocrinologia all’Università di Padova. Secondo l’esperto, come riporta Ansa, dipende dai cromosomi e dal testosterone. Sull’argomento si è tenuto oggi un seminario online seguito da quasi 700 utenti tra YouTube e Zoom.

Secondo una teoria circolata in precedenza, in seguito a uno studio condotto negli Usa dal Montefiore Health System e dall’Albert Einstein College of Medicine, il virus troverebbe un rifugio ideale proprio nelle gonadi maschili.

Carlo Foresta, al contrario, ha escluso che il testicolo possa avere un ruolo nella gravità della malattia.

La maggiore incidenza e letalità da Covid-19 negli individui di genere maschile va invece ricercata nelle differenze ormonali e genetiche con le donne.

Secondo Foresta, infatti, sarebbe la diversa costituzione dei cromosomi sessuali – XX nelle donne e XY negli uomini – a determinare la predisposizione del maschio a sviluppare forme più severe dell’infezione.

In più, gli ormoni maschili come il testosterone sarebbero in grado di facilitare l’estensione dell’infezione e anche lo svilupparsi di manifestazioni cliniche più gravi.

Secondo Luca De Toni, ricercatore dell’Università di Padova, ha ipotizzato che un farmaco in sperimentazione, il Camostat mesilato, possa agire bloccando il meccanismo d’ingresso del virus con una possibile riduzione della capacità di infezione.

Per quanto riguarda le donne, Mauro Costa del’Ospedale Evangelico di Genova ha rilevato che la gravidanza non peggiora l’andamento clinico del Covid-19, ma può comportare la presenza di fattori di rischio che aggravano il decorso dell’infezione. Tra questi, l’ipertensione, l’obesità, il  diabete e patologie immunitarie.

VirgilioNotizie | 29-04-2020 19:45

Che aspetto ha il coronavirus: la prima foto dall'ospedale Sacco Fonte foto: Ansa
Che aspetto ha il coronavirus: la prima foto dall'ospedale Sacco
,,,,,,,