,,

Coronavirus, i due obiettivi da raggiungere per salvare il Natale

Per un allentamento delle attuali misure, sarà necessario far scendere Rt e percentuale di positivi su tamponi effettuati sotto una soglia stabilita

Come sarà il prossimo Natale, in piena seconda ondata di coronavirus? Le regole per le festività natalizie dovrebbero essere contenute nel prossimo Dpcm, che dovrà entrare in vigore alla scadenza di quello attuale, cioè il 3 dicembre. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, sono due gli obiettivi che potrebbero permettere un allentamento delle misure in vista delle feste: percentuale di positivi su tamponi effettuati pari al 10% (attualmente è stabile al 16%) e indice di trasmissione Rt pari a 1 (ora è intorno all’1,4, dopo un leggero calo).

I due obiettivi per salvare il Natale: indice Rt pari o inferiore a 1

Le misure imposte dagli ultimi Dpcm e la suddivisione del territorio italiano in tre distinte fasce di rischio potrebbe aver favorito un primo rallentamento dell’epidemia, anche se ieri si è registrato un nuovo record di nuovi casi. Tuttavia, indice Rt e ricoveri in terapia intensiva stanno progressivamente calando e si spera che questo risultato possa consolidarsi nei prossimi giorni.

“La diffusione è sempre più rapida che la contrazione, ed è imperativo riportare il valore di Rt il più vicino a 1, in primis, e sotto a 1 in secundis”, si legge nei report quotidiani inviati al governo, come riporta il Corriere della Sera.

I due obiettivi per salvare il Natale: percentuale di positivi sui tamponi pari al 10%

Per quanto riguarda la percentuale di positivi sui tamponi effettuati, gli analisti spiegano: “Lo scenario migliore prevede un consolidamento della curva intorno al 14% il 15 novembre”, con una successiva discesa se le misure messe in campo si saranno rivelate efficaci.

Ma gli esperti sottolineano l’importanza di “sovrapporre eventuali nuove misure contenitive per ‘blindare’ l’abbassamento della curva ed evitare possibili ritorni di fiamma che, proprio in virtù della lentezza con cui si sta abbassando, rischierebbero di annullare velocemente tutti gli effetti positivi sinora raggiunti”. Misure che, a livello locale, sono state istituite e potrebbero essere potenziate nei prossimi giorni.

Lo scenario ottimista per il Natale

Se tutto andrà nel migliore dei modi, cioè saranno raggiunti i due obiettivi sopracitati, quasi tutte le regioni potrebbero passare in zona gialla e il coprifuoco potrebbe partire alle 23 o le 24. Soprattutto, potrebbero essere rimosse le chiusure dei centri commerciali nel weekend per favorire gli acquisti e risollevare l’economia. Sicuramente un bel regalo di Natale per tutti.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-11-2020 13:06

Come sarà il Natale: tutti gli scenari e i pareri degli esperti Fonte foto: ANSA
Come sarà il Natale: tutti gli scenari e i pareri degli esperti
,,,,,,,