,,

Covid, Lopalco: "Ricoverati 5 ragazzi in condizioni severe"

L'epidemiologo lancia l'allarma su cinque giovani ricoverati in condizioni severe in Puglia

Preoccupano le condizioni di cinque ragazzi ricoverati per Covid-19 in Puglia. L’allarme arriva dall’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, come riporta Repubblica, che comunica come tra i 48 ricoverati in Puglia ci siano anche questi casi: “Negli ospedali pugliesi sono ricoverati cinque ragazzi tra i 20 e i 30 anni in condizioni severe”.

Covid, allarme giovani: si abbassa la media dei ricoverati

Starebbe continuando a calare quindi l’eta media dei contagiati, secondo quanto segnalato dall’epidemiologo a capo della task force pugliese contro il Covid-19, e i sintomi nei giovanissimi non sarebbero sempre blandi o assenti.

Dal report della asl di Lecce, che analizza l’andamento epidemiologico nei paesi della provincia salentina, si registra inoltre anche l’altra questione diventata sempre più centrale nella gestione contagi, quella dei rientri dalle vacanze: su di 77 positivi al coronavirus conteggiati in salento infatti 41 hanno contratto l’infezione all’estero

A questo proposito Fabrizio Quarta, direttore dell’unità operativa complessa di epidemiologia e statistica della Asl Lecce, rimarca gli obblighi previsti dall’ordinanza in vigore nella regione:”Ricordiamo l’importanza dell’obbligo dell’autosegnalazione per chi arriva in Puglia da altre regioni italiane o dall’estero, strumento utile per le attività di testing-tracing-tracking del nostro dipartimento di prevenzione” .

“Tra il 23 luglio e il 6 agosto sono stati 65mila i moduli di autosegnalazione inviati al dipartimento di prevenzione dall’italia e dall’estero – ha aggiunto Quarta – su un totale di 120mila moduli pervenuti dall’inizio della pandemia”.

Covid, cinque ragazzi ricoverati in Puglia: la polemica sulle discoteche

Intanto proprio in Puglia, per le presentazioni dei candidati e delle liste alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre, la ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova lancia la polemica sull’apertura delle discoteche e la movida estiva: “Si è avuta molta più attenzione ad aprire le discoteche a giugno che ad altro. Questo per noi è una scelta non accettabile.”

Non abbiamo nulla contro le discoteche, ma se hai chiesto a un Paese di stare chiuso in casa, se hai chiuso le aziende, speso miliardi e miliardi per pagare la cassa integrazione alle persone per non lavorare, poi non puoi per pura propaganda, per rispondere a qualche lobby che ti sta vicina, riaprire le discoteche e infischiartene delle ricadute che avrà questa scelta”, ha detto la ministra, presentando a Lecce la lista di Italia Viva a sostegno del candidato presidente della Regione Puglia, Ivan Scalfarotto.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-08-2020 15:59

movida Fonte foto: Ansa
,,,,,,,