,,

Sanremo, chi è l'italiano in autoisolamento. I risultati del test

L'uomo è rientrato sabato scorso dalla Cambogia. Dall'aeroporto di Dubai, il selfie con la mascherina anticontagio

È rientrato in Italia dalla Cambogia sabato scorso e ora è in autoisolamento volotario nella sua casa di Sanremo. Come riferito da Alisa, l’Agenzia ligure per la sanità “l’uomo sarà sottoposto alle misure di sorveglianza sanitaria previste dal protocollo implementato dalla Regione Liguria”. Il marittimo sanremese era imbarcato in Cambogia sulla nave da crociera Westerdam su cui si è scoperto un caso di coronavirus, un’americana di 83 anni. L’uomo, 40 anni, è risultato negativo ai test ma ha deciso comunque per l’autoquarantena.

Coronavirus, parla il sindaco di Sanremo: i risultati del test

Sottoposto al test sul coronavirus questa mattina, il marittimo sbarcato in Cambogia da una nave da crociera americana e ora in isolamento volontario nell’abitazione di Sanremo, è risultato negativo. Lo ha dichiarato il sindaco della città ligure, Alberto Biancheri.

“Il nostro concittadino, da ieri in isolamento e sottoposto a sorveglianza sanitaria”, ha spiegato il sindaco Biancheri, “questa mattina è stato sottoposto al test coronavirus, su decisione del Ministero della Salute come forma di ulteriore precauzione, benché il signore non abbia mai presentato nessun sintomo che potesse far presupporre un suo contagio”.

“I risultati, sviluppati al San Martino di Genova, sono arrivati poco fa e sono negativi”, ha assicurato. “Una bella notizia che tutta la comunità stava aspettando”.

Le tappe del viaggio fino in Cambogia

Secondo quanto riportano alcuni quotidiani e ripreso dall’Ansa, il marittimo è partito per Tokio il 2 febbraio, il 4 era a Taiwan. Lo sbarco dei passeggeri, sui quali le autorità cambogiane non hanno effettuato alcun test per il coronavirus, è avvenuto il 13 febbraio. Sabato 15 febbraio per il marittimo è iniziato il viaggio di ritorno. Dall’aeroporto di Dubai, il selfie con la mascherina anticontagio: “il cavaliere mascherato”.

Giunto a casa, si è chiuso dentro postando sui social questa frase: “Sono un po’ infelice”. Secondo quanto appreso, per il marittimo in ‘isolamento fiduciario volontario’ la routine è rappresentata dal controllo della febbre 3 volte al giorno. L’Asl pensa anche ai pasti. I familiari sono stati trasferiti in altra residenza. L’uomo comunica con l’esterno attraverso il suo profilo Facebook ma il suo nome viene tenuto riservato.

Coronavirus, la falla sulla sicurezza

La rete di sicurezza costruita attorno al nuovo coronavirus per limitarne il più possibile la diffusione ha avuto la sua grossa falla in Cambogia. Una degli oltre 1.000 passeggeri che le autorità cambogiane hanno lasciato sbarcare dalla nave Westerdam senza aver prima effettuato il test o alcuna forma di quarantena è stata trovata positiva al virus.

Infuriano le polemiche sulla mancanza di controlli da parte delle autorità cambogiane e dell’armatore. Sotto accusa in particolare il premier Hun Sen che, come riferisce l’Ansa, a inizio mese aveva messo in dubbio la gravità della epidemia. “L’unica vera malattia che c’è in Cambogia è la paura”, aveva minimizzato. Così ha concesso alla nave il permesso di attraccare dopo che altri cinque Paesi asiatici l’avevano negato. Quindi, rassicurato dalla compagnia sulla base di appena venti persone testate e risultate negative, ha autorizzato lo sbarco di oltre la metà dei 2.200 passeggeri.

VirgilioNotizie | 19-02-2020 10:02

Coronavirus, lo sbarco dei passeggeri dalla Diamond Princess Fonte foto: ANSA
Coronavirus, lo sbarco dei passeggeri dalla Diamond Princess
,,,,,,,