,,

Coronavirus, la lettera della Azzolina a studenti e professori

La ministra: "Orgogliosa di voi, i docenti sono eroi silenziosi"

Orgogliosa di voi“. La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha scritto una lettera aperta alla comunità scolastica, pubblicata dall’Ansa, messa a dura prova dal coronavirus. “Sono orgogliosa di come tutto il mondo della scuola italiana, i suoi docenti, i suoi alunni e tutto il personale, abbia reagito ad un evento di questa portata. Vi ringrazio per aver accompagnato ogni decisione, ogni cambiamento, per quanto repentino, con professionalità e umanità“.

La ministra ha scritto che in questi giorni “faticosi” pensa sempre “al suono della campanella. A volte fastidioso, ma sempre emozionante. Penso a quanto possa mancare ora a tutti noi e mi chiedo cosa avrei fatto io davanti ai volti smarriti degli alunni, alle notizie atroci di studenti che perdono i loro affetti più cari senza nemmeno poterli salutare, a bimbi che non capiscono il perché di tutto ciò, come del resto gli adulti”.

Quindi un messaggio a presidi e docenti: “Siete eroi anonimi, state lavorando con ogni mezzo perché tutti non perdano il contatto con la scuola. Insieme alle istituzioni, al personale sanitario, alla Protezione civile, alle forze dell’ordine, in questo momento anche la scuola è baluardo della democrazia, custode dei diritti ed esempio per i cittadini. Ecco perché la scuola non si è fermata, non si fermerà”.

La Azzolina ha poi proseguito ringraziando “i direttori dei servizi generali amministrativi e tutto il personale Ata: senza di voi l’anno scolastico non si concluderebbe come invece sta avvenendo, e il prossimo non potrebbe iniziare regolarmente, come sono certa che avverrà”.

Infine, “un grazie ancora più grande e caloroso a tutto il personale scolastico, alle famiglie e agli studenti della Lombardia e delle aree più colpite dal contagio. Ho sentito molti di voi in questi giorni telefonicamente o con videochiamate: so che non basta, e vorrei abbracciarvi tutti ad uno”.

CORONAVIRUS, RIAPERTURA SCUOLE: LA PROPOSTA DI RENZI. È POLEMICA

Coronavirus, Azzolina: “Gli studenti hanno voglia di andare avanti”

“Gli studenti – recita un passaggio della lettera della ministra Azzolina – hanno voglia e diritto di andare avanti. Hanno bisogno di stare in contatto con i loro prof e con i compagni, sono motivati a continuare a crescere e imparare, forse anche più di prima. E vogliono farlo insieme agli altri, nonostante o proprio a causa della distanza fisica e dell’isolamento obbligato“.

Secondo la titolare del Miur, “c’è un’altra scintilla di speranza che brilla nel buio di questi giorni, ed è il rinsaldarsi del rapporto tra scuola e famiglia. La didattica a distanza sta diventando una risorsa che sopperisce all’impossibilità di fare lezione in presenza, e sta permettendo a docenti, ragazzi e famiglie di riscoprire una vicinanza, una collaborazione ed un’alleanza che sono ancora più preziose di fronte al senso di incertezza che comprensibilmente tutti sentiamo.”.

Quindi, una riflessione sulla pandemia “drammatica”, ma che sembra aver “portato un cambiamento ispirato dallo sforzo comune per supportare i ragazzi nell’organizzazione dello studio e di una nuova esperienza di vita. Le piattaforme, la didattica a distanza e i libri di testo digitali sono il gesso e la lavagna di questo tempo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 28-03-2020 12:24

Coronavirus, la lettera della Azzolina a studenti e professori Fonte foto: Ansa
,,,,,,,